Quantcast

“La principessa rapita” chiude la rassegna “Itinerari di Teatro”

Più informazioni su

A “Itinerari di Teatro” li abbiamo incontrati per la prima volta nel luglio 2019 con lo spettacolo “Fagioli”, li abbiamo applauditi ne “Il famoso Canto di Natale del Signor Charles Dickens” andato in scena nella palestra della Scuola di Polizia di Piacenza, per l’occasione gremita di pubblico, nel gennaio 2020 per l’edizione invernale della rassegna.

Sono Giacomo Anderle e Alessio Kogoj, della compagnia I Teatri Soffiati & Finisterrae Teatri. Ritornano con una novità per Piacenza, lo spettacolo “La principessa rapita”, che martedì 13 luglio chiude l’edizione 2021 di “Itinerari di Teatro”, il cartellone estivo di teatro per le famiglie nei quartieri della città proposto da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri, il sostegno di Fondazione Piacenza e Vigevano e Iren e la collaborazione del Comune di Piacenza. Appuntamento alle ore 21.30 nel cortile della Parrocchia di San Giuseppe Operaio, in viale Martiri della Resistenza 19, per una serata da vivere spericolatamente tra armi, amori, gioia e immaginazione. L’ingresso è gratuito, con prenotazione consigliata.

Giacomo Anderle e Alessio Kogoj impersonano due eccentrici – e affamati – attori girovaghi della “Rinomata Compagnia Viaggiante del Tasso a Spasso” che tra musica, canti, magie, divagazioni surreali, incidenti e invenzioni strampalate mettono in scena “La principessa rapita”. Un racconto avventuroso con molteplici ingredienti: un giovane conte svampito e diseredato e il suo fido servitore, impegnato più a cantare e a tiranneggiare che a servire il suo padrone; una bellissima principessa da sposare e un terribile pericolo che incombe sui nostri eroi; e ancora, castelli misteriosi, colpi di scena, colpi di fulmine, una buona stella che vigila dall’alto e tante risate.

Lo spettacolo nasce dall’intreccio di elementi delle fiabe tradizionali, di luoghi comuni dei racconti cavallereschi e di spericolate incursioni nel contemporaneo. Il risultato è un divertente gioco di rimandi e di spiazzamenti, orchestrato dai due attori con continui cambi di personaggio e di situazione, all’insegna del comico e del nonsense, senza rinunciare alla poesia e soprattutto alle emozioni. Il racconto è affidato principalmente, ma non solo, ai corpi, alle parole, alla musica. E il pubblico a cui si rivolge è il più ampio e variegato possibile: “Uno spettacolo per tutti, a partire dai 3 anni; famiglie, adulti, anziani, animali sono i benvenuti”, così scrivono gli artisti della compagnia nella presentazione.

La tappa in San Giuseppe Operaio di “Itinerari di Teatro” è resa possibile grazie alla collaborazione del parroco don Federico Tagliaferri e dei volontari della Parrocchia. La rassegna per le famiglie è iniziata il 23 giugno a Sant’Antonio con “Fish & Bubbles” di Michele Cafaggi, è poi proseguita il 30 giugno con “Il lungo viaggio del coniglio Edoardo” di Accademia Perduta/Romagna Teatri e il 7 luglio con “Il grande trionfo di Fagiolino” nel cortile della parrocchia di San Corrado.

INGRESSO GRATUITO (PRENOTAZIONE CONSIGLIATA) – La prenotazione può essere effettuata telefonando alla biglietteria di Teatro Gioco Vita dal mercoledì al sabato dalle ore 10 alle ore 13 (tel. 0523.315578), in alternativa via e-mail (biglietteria@teatrogiocovita.it) o Facebook Messenger, indicando i nominativi di chi assisterà allo spettacolo. I posti non sono numerati, l’assegnazione sarà effettuata dal personale di sala in base all’ordine di arrivo. Chi non ha prenotato potrà accedere allo spazio unicamente previa verifica della disponibilità di posti. La sera dello spettacolo sarà attiva una postazione per informazioni/registrazioni all’ingresso dei luoghi di spettacolo a partire dalle ore 20.30 (tel. 337.1059268). Per evitare assembramenti e ulteriori rallentamenti all’accesso, si consiglia comunque di prenotare in anticipo.

Tutti gli spettacoli e gli eventi collaterali si svolgono nel rispetto delle prescrizioni in termini di distanziamento e misure di sicurezza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.