Quantcast

La Treves Blues Band con l’ospite Finardi più forti del maltempo

Terza serata del “DAL MISSISSIPPI AL PO FESTIVAL” a Fiorenzuola con la Treves Blues Band e l’ospite speciale Eugenio Finardi.

La serata ha avuto inizio con la presenza della giornalista e autrice Caterina Soffici intervistata da Elisabetta Bucciarelli sull’ultimo romanzo “Quello che possiedi” edito da Feltrinelli: “Dopo questo ultimo romanzo sento il desiderio di raccontare storie diverse. Per esempio la copertina del mio ultimo libro è una fotografia di Eve Arnold, una delle più grandi fotografe del ‘900 e la prima donna ad entrare nell’agenzia Magnum Photo. Mi piacerebbe raccontare di lei.” Ai piedi della Collegiata di San Fiorenzo hanno sfidato il maltempo Fabio Treves e la sua Blues Band. Un paio di ore di musica per i 280 presenti che hanno fatto gli auguri a Eugenio Finardi, che sul palco ha ricordato la lunga amicizia che lo lega al suo “Blues Brother Treves”. Il cantautore ha dichiarato: “Mi è mancato tanto suonare dal vivo e farlo oggi sul palco del blues per eccellenza è il più bel regalo di compleanno!”

Fabio Treves torna a suonare ricordando il vero significato del blues: “Il blues è la colonna sonora che accomuna la gente, è la vita di tutti i giorni: sono gli stati d’animo, le emozioni, un bacio, due sguardi che si incontrano!” Davide Rossi, co-direttore artistico del Festival ha ricordato: “Abbiamo temuto il peggio questa sera a causa del maltempo, ma il popolo del blues è stato accontentato e abbiamo potuto gioire della musica della “Treves Blue Band con Finardi”. Un’altra serata speciale con due mostri sacri della musica che rimarrà nella storia di questo magico Festival che ci accompagna da 17 anni.

Prossimi appuntamenti:

Domenica 18 luglio
Roberto S. Tanzi a tu per tu con Carmine Mari

La schiavitù è davvero finita? Daniele Biacchessi a colloquio con Seba Pezzani

ore 21 Piazza Molinari Fiorenzuola- Layla McCalla Trio

Martedì 27 Luglio
ore 22 Piazza Molinari Fiorenzuola Negrita

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.