Quantcast

Salto triplo, Andrea Dallavalle campione europeo Under 23

Meravigliosa vittoria di Andrea Dallavalle, che è salito sul gradino più alto del podio nel sato triplo ai Campionati europei under 23 di Tallinn.

Andrea si è presentato nella capitale estone con i favori del pronostico: grazie al suo recente balzo a 17,35 m, Andrea può vantare tutt’ora la quinta miglior prestazione mondiale dell’anno e la migliore al mondo tra gli under23. Una situazione in realtà non facile dal momento che, si sa, essere il migliore comporta avere molto da perdere. Tuttavia, Andrea ha affrontato questi Campionati con la consueta determinazione e sangue freddo: senza troppi fronzoli, al primo salto di qualificazione del 10 luglio ha ipotecato la finale con la misura di 16,47 m, quando la lunghezza richiesta per l’accesso diretto era 16,30m. Con tre balzi in totale controllo, Andrea ha subito messo in chiaro agli avversari che la gara vera sarebbe stata il giorno seguente e che per lui la qualificazione era stata quasi una formalità.

Andrea Dallavalle

Domenica, il giorno della finale, Andrea sapeva di doversi difendere dagli attacchi dei rivali, in particolare da quelli del francese Enzo Hodebar. Dopo un primo tentativo decisamente valido a 16,90 m, il piacentino ha visto proprio Hodebar andare in testa con un bel 16,99 m, ottenuto al secondo salto. A quel punto, era fondamentale per Dallavalle tornare in testa prima dei 3 salti di finale, poiché chi guida la classifica dopo il terzo tentativo guadagna il vantaggio di saltare per ultimo e poter rispondere ad eventuali sorpassi avversari. Dopo un secondo tentativo non ottimale a 16,69 m, Andrea ha sfoderato i suoi colpi migliori: al terzo salto, con una rincorsa perfetta, ha ristabilito le gerarchie, atterrando a 17,05 m e riprendendosi così la testa del concorso. A quel punto, il giovane azzurro si è seduto sulla riva del fiume ad attendere i salti degli avversari, rinunciando ai propri fino a che non fosse stato necessario replicare ad un nuovo sorpasso. Sorpasso poi non riuscito ai concorrenti, che hanno dovuto arrendersi al piacentino: Dallavalle ha voluto quindi concedersi una passerella finale all’ultimo tentativo, poi concluso con un nullo.

L’atteggiamento conservativo è presto spiegato: con le Olimpiadi alle porte, meno salti si effettuano meglio è, considerata la facilità di infortunio in una specialità come il salto triplo.

Andrea Dallavalle

Grande felicità e orgoglio italiano e piacentino nel vedere Andrea, nato e cresciuto a Piacenza e a livello sportivo nell’Atletica Piacenza e ora finanziere delle Fiamme Gialle, trionfare in Europa ancora una volta con una misura oltre i 17m. Encomiabile poi il lavoro svolto dal tecnico Ennio Buttò, che ha saputo portare il ragazzo sul tetto continentale con anni di studio e passione: ora potrà godersi il successo e la soddisfazione di avere un atleta olimpionico. Preziosissimi in questo salto di qualità di Andrea anche il fisioterapista e osteopata Daniele Gandolfi e il chinesiologo Nicola Fornari, supporto fondamentale per curare i problemi fisici del giovane. Ora Andrea potrà concentrarsi sul sogno a cinque cerchi che lo aspetta a Tokyo, alla ricerca della gloria e con un futuro e una carriera ancora tutta da scrivere.

VIDEO – LE PAROLE DI ANDREA DALLAVALLE

I COMPLIMENTI DEL DELEGATO PROVINCIALE CONI ROBERT GIONELLI – “A nome di tutto il mondo sportivo piacentino che ho l’onore di rappresentare desidero congratularmi con Andrea Dallavalle per questo suo ennesimo, prestigioso, risultato. Il titolo europeo Under 23 conquistato oggi arricchisce un palmares da autentico campione che Andrea, con grandi ed encomiabili sacrifici, passione, volontà ed eccezionali doti tecniche ha saputo costruirsi in questi ultimi anni. Grazie Andrea per questo straordinario risultato che arricchisce lo sport piacentino e in bocca al lupo per la meritata esperienza che vivrai alle Olimpiadi di Tokyo“.

Le congratulazioni di Patrizia Barbieri e Stefano Cavalli – “Ancora una volta, Andrea Dallavalle ha dato prova della sua stoffa da campione: l’oro conquistato a Tallinn è un risultato di grandissimo valore, che l’intera comunità piacentina applaude con entusiasmo e orgoglio”. E’ il primo commento del sindaco Patrizia Barbieri e dell’assessore allo Sport Stefano Cavalli, che a nome dell’Amministrazione comunale esprimono le congratulazioni al neo campione europeo under 23, “che oggi porta alto anche il nome della nostra città e dell’Atletica Piacenza. In attesa della sfida olimpica di Tokyo, Andrea ha ottenuto oggi un riconoscimento eccezionale, meritato, che premia il suo talento e la sua abnegazione, la tenacia che lo sta portando ai massimi livelli in ambito internazionale”. Parole di elogio arrivano anche per Edoardo Scotti e il suo bronzo nei 400 metri, mentre cresce l’attesa anche per le prove di Emma Casati ed Eleonora Nervetti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.