Quantcast

Tra Olimpiadi ed Europei, gli impegni estivi dei piacentini Dallavalle, Casati e Nervetti

L’Atletica Piacenza sbarca alle Olimpiadi e ai Campionati Europei Under 20 e Under 23 grazie ai suoi campioni Andrea Dallavalle, Emma Casati ed Eleonora Nervetti.

Andrea Dallavalle, ormai da anni sulla cresta dell’onda grazie ai suoi innumerevoli successi sportivi nel Salto Triplo, si prepara ad affrontare due appuntamenti cruciali per la sua carriera: a Tallinn, in Estonia, il 10 luglio alle 11:55 del mattino (ora italiana) cercherà di centrare la finale europea prevista per le 10 del mattino seguente; alle Olimpiadi di Tokyo, invece, il nostro biancorosso, ora in forze alle Fiamme Gialle, sarà in pedana alle 2 del mattino (ora italiana) del 3 agosto. Si spera poi di poterlo ammirare nuovamente tra i grandi dei grandi nella finale del 5 agosto alle 4. Andrea, che vanta un palmarés di 11 titoli italiani, di cui uno assoluto, due argenti e due bronzi europei giovanili, nonché vari record italiani giovanili, si presenta in pedana forte del suo personale di 17,35m, misura davvero ragguardevole, che lo ha collocato tra i migliori interpreti al mondo della specialità. Tutto questo a soli 21 anni. Impossibile non citare poi il suo tecnico Ennio Buttò, che lo ha cresciuto e forgiato da quando era poco più di un bambino. Doverosa anche la menzione del fisioterapista osteopata Daniele Gandolfi e del chinesiologo Nicola Fornari, che hanno fornito un supporto indispensabile a far performare al meglio il giovane talento piacentino.

Sempre a Tallinn, ma la settimana successiva, saranno in gara altre due grandi atlete del panorama sportivo piacentino: Emma Casati ed Eleonora Nervetti. Emma, specialista sui 5000 e 3000m, è già stata 3 volte campionessa italiana giovanile e quest’anno è riuscita a qualificarsi per i Campionati europei U20 grazie ad una gara maestosa sui 5000m, coperti in 16’57”50. Atleta tanto pacata fuori quanto determinata in pista, la giovane portacolori dell’Atletica Piacenza si contraddistingue anche per una grandissima capacità di concentrazione, un’intelligenza tattica e un coraggio che sono fondamentali per condurre attivamente gare lunghe senza subire le avversarie. A riprova del suo valore tecnico, Emma ha anche sfiorato lo standard minimo di partecipazione nei 3000m, corsi in 9’48”30, a solo un decimo dal tempo richiesto. La giovanissima allieva di Giuliano Fornasari si presenterà in pista da campionessa italiana in carica sui 5000m. Anche per Fornasari si tratta di un traguardo importante: dopo i record provinciali e i titoli, portare in nazionale un atleta è sempre una soddisfazione immensa.

Eleonora invece è specialista delle brevi distanze e sarà in gara sui 200m e presumibilmente nella staffetta 4×100. La sprinter biancorossa vanta un personale di 11”83 sui 100m e di 24”22 sui 200mm in cui può vantare un fresco bronzo tricolore, ottenuto agli ultimi Campionati italiani di Grosseto. La sua esplosività e freddezza la rendono particolarmente adatta alle gare veloci, in cui tutto avviene nel giro di pochi secondi. Non le manca anche una certa resistenza allo sforzo, abilità essenziale per poter competere ad alto livello sui 200m, che lei padroneggia molto bene e con ottimi margini di miglioramento. Atleta allenata da Giovanni Baldini, non è la prima azzurra che il tecnico ha portato in nazionale, a conferma anche dell’esperienza e della capacità dell’allenatore oltre che della bravura di Eleonora.

Andrea, Emma ed Eleonora sono ottimi esempi della capacità dell’Atletica Piacenza e dei tecnici che ne fanno parte di valorizzare i giovani del territorio piacentino. Un grande vanto del sodalizio biancorosso è infatti quello di coltivare i talenti di casa e promuovere un’assidua attività sul territorio provinciale, riuscendo sia a dare a tutti una chance per dare il meglio di sé sia a far sbocciare anche grandissimi atleti. (nota stampa Atletica Piacenza)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.