Quantcast

Cal dona 4 tonnellate di derrate alimentari per Piacenza, Cri “Boccata d’ossigeno” foto

Il Cal srl di San Giuliano Milanese, che si occupa dell’appalto logistico in outsourcing dei processi all’interno dei magazzini, tra i quali Oviesse situato a Pontenure, nella mattinata di sabato 21 agosto, ha donato quattro tonnellate di derrate alimentari.

Una tonnellata è stata consegnata alle suore della Divina Provvidenza per l’Infanzia Abbandonata, istituito religioso femminile di diritto pontificio, la cui Casamadre di Piacenza è situata in via Torta, le cui Sorelle si dedicano sia ad opere di istruzione che di assistenza, specialmente in favore di sordi, ciechi e orfani, in asili, convitti e nel corso di missioni umanitarie all’estero. Altre tre tonnellate sono state consegnate alla Croce Rossa di Piacenza.

«Questa donazione di generi alimentari (tra i quali: pasta, merendine, biscotti e crema di cioccolato spalmabile) rientra in una serie di iniziative messe in atto su tutto il Nord Italia, area nella quale il Cal è presente», a spiegare la generosa consegna di derrate alimentari, Marco Salvadeo, in rappresentanza del gruppo Cal che ha in gestione il magazzino Oviesse di Pontenure, che conta oltre 600 addetti impiegati. «Si è convenuto procedere con questa importante donazione nel bel mezzo della stagione estiva per dare un segnale forte circa il fatto che chi ha bisogno, purtroppo, non va in ferie mentre i gesti di altruismo nei confronti dei meno fortunati non devono andare in ferie» ha sottolineato Salvadeo.

«Una boccata di ossigeno – la definisce entusiasta Ivana Casotti, delegata provinciale Area Sociale CRI Piacenza -. Il Comitato di Croce Rossa Piacenza, allo stato attuale, aiuta oltre trecento nuclei familiari su tutto il territorio cittadino e provinciale. Quest’anno infatti abbiamo assistito ad una crescita della domanda, a seguito della crisi causata dalle chiusure delle attività a seguito della pandemia da COVID-19: alcune famiglie si sono trovate improvvisamente in difficoltà sia sotto il profilo economico, ma anche sanitario o sociale. Da qualche mese, le volontarie dell’Area Sociale CRI si alternano su turni per consentire di effettuare più distribuzioni settimanali, su appuntamento, in orari scaglionati, al fine di non creare assembramenti. Teniamo ben in considerazione le esigenze delle famiglie, sotto il profilo dei beni che maggiormente hanno di bisogno, inoltre, quando il caso lo richiede (ad esempio, in caso di persone in quarantena o impossibilitate a muoversi per motivi di salute) i giovani di Croce Rossa sono impegnati nella distribuzione a domicilio. Questa donazione, così generosa da parte del Cal srl, che accogliamo a braccia aperte, ci consente anche di distribuire generi di conforto».

«Ringrazio il direttore Marco Savadeo e il Cal a nome di Croce Rossa Piacenza per la sempre proficua collaborazione – ha concluso Michele Gorrini, coordinatore della Sede di Piacenza -. La grande mole di provviste che ci sono state consegnate ci consentiranno di elargire ulteriori beni alle famiglie che vengono assistite dalla CRI di Piacenza».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.