Quantcast

Il generale Figliuolo il 9 settembre a Piacenza. Onorificenza e concerto a Palazzo Farnese

“Il Generale Figliuolo, commissario straordinario per il contenimento dell’emergenza Covid, ha accolto il nostro invito a Piacenza, dove sarà presente giovedì 9 settembre”.

Annuncia così il Sindaco Patrizia Barbieri la visita ufficiale, adesione di massima ovviamente vincolata alle sue pressanti incombenze, del Generale, in primissima linea con le attività legate a fronteggiare la pandemia a partire dall’intensissima campagna vaccinale. Nell’occasione gli verrà conferito un significativo riconoscimento anche in rappresentanza dell’intero Esercito e della poderosa macchina che sta guidando in questi pesantissimi e fondamentali mesi. “Ho ritenuto di invitarlo – sottolinea il Sindaco – come primo cittadino e presidente di una provincia tra le più colpite dalla pandemia, dove il sacrificio dei piacentini è stato pesantissimo; una città che, se non ha affrontato situazioni ancor più drammatiche, lo deve proprio ad un vero ‘Sistema Piacenza’ che in piena emergenza ha saputo inventare risposte inedite, rapide ed efficaci: un sistema nel quale il ruolo dell’Esercito è stato indispensabile”.

A questo proposito, infatti, la gratitudine al Generale arriva ancor prima che nell’attuale veste di Commissario Straordinario, per le sue attribuzioni di Comando Logistico dell’Esercito che ha permesso, attraverso il Polo di Mantenimento Pesante Nord e col supporto del 2° Reggimento Genio Pontieri, innanzitutto la realizzazione in tempi rapidissimi dell’indispensabile ospedale da campo che ha segnato i primi devastanti mesi della pandemia e, oggi, di ospitare il centro vaccinale per tutto il territorio provinciale. A testimoniare questa attestazione di riconoscenza, nei mesi scorsi, anche l’attribuzione della Benemerenza Civica del Comune di Piacenza al Generale Sergio Santamaria, già comandante del Polo.

“Il ‘Sistema Piacenza’ – aggiunge il Sindaco – ha visto ancora una volta presente e determinante l’Esercito Italiano ed i nostri Militari, legati alla città da una lunghissima storia che vede, a sua volta, la nostra comunità nutrire nei loro confronti sentimenti di stima e affetto profondissimo. Abbiamo deciso di fare il nostro invito in un’occasione particolare: stiamo investendo, insieme a tutta la comunità, sulla ripartenza anche attraverso la cultura, che anzitutto a Palazzo Farnese, con la sua intensissima Estate, rappresenta un tassello importante per un percorso di speranza, fiducia e rinascita. Proprio a Palazzo Farnese, il 9 settembre si terrà il concerto organizzato insieme al 2° Reggimento Genio Pontieri”.

“Per tale motivo – spiega Patrizia Barbieri – con l’Assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, sentendo anzitutto il comandante Federico Collina che ringraziamo per il supporto e la disponibilità offerti anche in questa circostanza, abbiamo voluto riprendere lo spirito che ci ha mosso anche nell’ideare il bando titolato proprio ‘Piacenza riparte con la cultura’. Guardando a questa ripartenza, e sapendo che la nostra bimillenaria cultura è la culla di quei valori fondamentali che hanno mosso la storia del nostro Paese e della nostra città anche nei momenti più duri, abbiamo scelto di conferire un’onorificenza speciale al Generale Figliuolo, Commissario Straordinario per il contenimento dell’emergenza Covid, militare rappresentante del nostro Esercito Italiano ed Alpino”.

La cerimonia serale, che sarà abbinata al concerto del Genio Pontieri, oltre che svolgersi alla presenza delle massime autorità, sarà aperta a tutti i cittadini che vorranno partecipare e si terrà all’interno del cortile monumentale di Palazzo Farnese, che oltre a rappresentare con le sue collezioni oltre 2200 anni di storia di Piacenza, è stato anche caserma militare nonché della gloriosa Brigata Piacenza, alla cui memoria è stata nuovamente posta una lapide commemorativa due anni fa.

“Il Generale – continua il Sindaco Barbieri – anche nella sua veste di comandante logistico dell’esercito, all’interno di un programma che stiamo ancora definendo, dedicherà la giornata anche ad altri incontri e visite sia nei luoghi chiave che hanno contribuito, e stanno contribuendo, ad affrontare e superare la pandemia, sia in quelli che rappresentano centri d’orgoglio per il nostro Esercito, per la nostra città e per il nostro Paese. È il primo riconoscimento che il generale accoglie, e questo rappresenta sicuramente un grande orgoglio per la città di Piacenza, ma è anche riconoscimento ai grandi sacrifici che hanno fatto una città ed un intero territorio, in primissima linea fin dalle prime fasi di questa tremenda pandemia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.