Quantcast

“Il progetto della tangenziale a Cadeo potrebbe presto diventare realtà”

Più informazioni su

“Creazione di una strada a scorrimento veloce, eliminazione dell’alta tensione dai centri abitati e realizzazione delle barriere antirumore lungo la linea ferroviaria. Sono tre dei progetti più ambiziosi per cui come primo cittadino mi sono battuto a lungo in questi 10 anni. Tre obiettivi che, sono convinto, a lungo termine troveranno compimento e che desidero lasciare come speciale mandato di cui aver cura a chi amministrerà come primo cittadino dopo di me, affinché il lavoro preparatorio e l’impegno messi in campo finora non vadano sprecati”.

Sono le parole di Marco Bricconi, sindaco di Cadeo, che nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale ha voluto condividere – con i membri del Consiglio e i cittadini in sala o collegati in streaming – i progetti che non troveranno compimento entro la fine del mandato ma per i quali sono state poste le basi per la futura realizzazione. “La tangenziale è diventata realtà per diversi comuni piacentini, ma purtroppo non ancora per noi – spiega Bricconi -. Ora il momento si avvicina: grazie all’imminente introduzione della quarta corsia autostradale vi saranno situazioni favorevoli perché possa essere realizzata anche a Cadeo, limitando al massimo il consumo di suolo e con effetti immediati sui livelli di emissioni nocive. In questi anni non abbiamo mai smesso di cercare soluzioni, ogni giorno sulla via Emilia passano, infatti, dalle 25 alle 30 mila unità su ruota e tutto questo lo paghiamo in termini non soltanto di traffico, ma soprattutto di salute dei nostri cittadini”.

“Per quanto riguarda l’alta tensione, Terna, gestore della rete italiana di trasmissione dell’alta tensione, finalmente ha dato l’ok a un progetto che coinvolge anche il nostro territorio: nel tratto stradale tra Fiorenzuola e Montale l’alta tensione verrà spostata in corrispondenza della linea ferroviaria – spiega il sindaco in merito all’eliminazione dei cavi dell’alta tensione, che incombono su diverse abitazioni in via Toscana, mostrando il progetto – ma i tempi non sono immediati, i lavori saranno realizzati a partire dal 2023. Scoraggiati? Per nulla, anzi motivati ad andare fino in fondo visto che sono decenni che attendiamo soluzioni. È dal 2013 – aggiunge Bricconi – che ci hanno promesso le barriere antirumore lungo i tratti abitati della linea ferroviaria, ma anno dopo anno la data è sempre stata posticipata, seppur siamo riusciti ad essere tra i 3 Comuni sui 40 della provincia scelti per l’intervento. Non ho mai interrotto i contatti per risolvere la situazione e proseguirò in questa direzione fino alla fine del mio mandato.”

“Trovare soluzioni, migliorare la vita di tutti, desidero che questa sia la missione non solo mia – conclude il primo cittadino di Cadeo – ma anche di chi amministrerà negli anni a venire, proseguendo i grandi progetti in corso e mettendone in campo altri, altrettanto ambiziosi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.