Quantcast

Ragazzino di 16 anni denunciato per spaccio. Altri due minorenni segnalati

Più informazioni su

Un ragazzo piacentino di soli 16 anni indagato per spaccio, tre persone (di cui due minorenni) segnalate in Prefettura quali assuntori di stupefacenti e 15 grammi di hashish sequestrati.

E’ il bilancio di un’operazione – condotta dal Nucleo Territoriale della Polizia Locale nell’ambito del contrasto allo spaccio di stupefacenti – che ha preso il nome di “Casper”, dal fantasmino protagonista di una nota pellicola cinematografica: “Il 16enne – è stato spiegato – compariva infatti durante il giorno nella zona di Piazzale Libertà-Viale Patrioti per poi sparire improvvisamente all’imbrunire fino alla mattina successiva”. L’operazione, partita nel novembre scorso a seguito di una segnalazione da parte dei servizi sociali del Comune di Piacenza e di alcuni cittadini delle case Acer di viale Patrioti, si è articolata attraverso 47 servizi di monitoraggio su delega della procura dei minori di Bologna, anche in borghese, con il controllo di undici veicoli e di un’attività commerciale. Nelle case popolari di viale Patrioti e Piazzale Libertà sono stati effettuati nove controlli per verificare l’eventuale presenza di persone non autorizzate all’interno delle abitazioni, ai quali si aggiungono due perquisizioni locali. Quindici i grammi di hashish complessivamente sequestrati.

L’attività degli agenti – con il coinvolgimento dell’unità cinofila con il cane Ector e l’utilizzo del “Drug test”, strumento che permette di accertare in pochi minuti la tipologia delle sostanze stupefacenti – ha permesso di ricostruire le modalità di spaccio: secondo quanto emerso nel corso degli accertamenti, il 16enne, che si presentava in tarda mattinata o nel primo pomeriggio, una volta ricevuti i soldi dagli acquirenti che lo avvicinavano si riforniva dello stupefacente che veniva quindi ceduto trattenendo per sé una piccola percentuale. “La nostra preoccupazione – ha evidenziato l’ispettore capo Fabio Trespidi, che ha illustrato i dettagli dell’operazione insieme al commissario superiore Giuseppe Addabbo – era quella di intervenire in maniera incisiva e veloce per il coinvolgimento di ragazzi minorenni”.

A fianco degli agenti anche l’assessore alla sicurezza del Comune di Piacenza Luca Zandonella: “Questa operazione conferma l’importanza delle segnalazioni da parte dei cittadini: a volte occorre del tempo perchè si tratta di situazioni complicate ma ogni segnalazione viene sempre seguita e attenzionata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.