Quantcast

Il Piacenza in dieci raddrizza la partita contro la Pro Patria (1-1)

Più informazioni su

PIACENZA – PRO PATRIA 1-1 (FINALE) Parker al 55′, Gonzi all’84’

LA PARTITA – Una partita dai tanti volti al Garilli, con il Piacenza che guadagna solo un punto contro la Pro Patria, che sa di occasione persa. Il primo tempo è dominato dall’undici di casa sul piano del gioco, con tanta intensità e movimento, ma senza la capacità di finalizzare. L’occasione più ghiotta capita a Corbari, che sul finale di frazione viene bloccato in area a un niente dal gol. Scazzola decide nella ripresa di gettare nella mischia Rabbi e Burgio, al posto di Giordano e Parisi, più Tafa per Armini. Ma la partita cambia volto: i biancorossi perdono incisività e si allungano, e a passare in vantaggio sono gli avversari alla prima vera occasione. Con una punizione che viene intercettata di testa dall’ex Parker al 55′. A questo punto i biancorossi sbandano e rischiano di prendere il secondo gol. Entrano Cesarini per Suljic e Lamesta per Dubickas, per provare a pareggiare il conto. Ma al 71′ l’arbitro estrae il secondo cartellino giallo per Tafa che viene espulso con soli 25 minuti di partita giocata.

Quando sembra che non ci siano alternative alla capitolazione, arriva il pari su un’azione rocambolesca, con un tiro di Gonzi deviato sotto porta da Rabbi all’84’. Ancora Rabbi, decisamente positivo il suo contributo finora, poco dopo sfiora il vantaggio calciando fuori di niente dopo la respinta del portiere lombardo. Il Piacenza ci crede nonostante l’inferiorità numerica e finisce la partita in attacco cercando la vittoria. L’ultima emozione nel recupero è una clamorosa traversa colpita da un difensore della Pro, poi arriva il fischio finale. Risultato deludente viste le premesse del match.

TABELLINO – Piacenza -Pro Patria 1-1 (0-0)

Piacenza: Stucchi; Armini (46’ Tafa), Codromaz, Nava; Parisi (46’ Rabbi), Suljic (64’ Cesarini), Bobb, Giordano (46’ Burgio); Corbari, Gonzi; Dubickas (68’ Lamesta). All. Scazzola

Pro Patria: Caprile; Sportelli (46’ Fietta), Saporetti, Boffelli; Pierozzi, Nicco (89’ Ferri), Bertoni, Galli, Pizzul (91’ Colombo); Stanzani (46’ Parker), Castelli (46’ Piu). All. Prina

Marcatori: 55’ Parker; 84’ Gonzi

Arbitro: Sig. Dario Di Francesco. Assistenti: Sig. Andrea Cecchi e Sig. Rodolfo Spataro. IV Assistente: Sig. Davide Gandino.

Ammoniti: 50’ Tafa; 69’ Pizzul; 81’ Saporetti

Espulsi: 76’ Tafa

LA CRONACA

Finisce la partita del Garilli.

Traversa clamorosa al 93′, su cross di Gonzi devia il difensore Pierozzi.

Scade il novantesimo. Il Piace ci prova ancora nonostante l’inferiorità numerica.

Settimo calcio d’angolo per il Piacenza.

Clamorosa occasione dei biancorossi all’87’ che sfiorano il vantaggio ancora con Rabbi che riprende una respinta di Caprile ma manda fuori.

gol Garilli Piacenza Pro Patria

Pareggio del Piacenza in dieci uomini all’84’, Cesarini serve Gonzi che spedisce in porta di piatto, forse Rabbi devia e la palla entra in gol.

Calcio di punizione per il Piacenza da 25 metri, Bobb la mette in area ma la difesa rinvia. Siamo all’83’.

Espulso per doppia ammonizione di Tafa al 71′. Piacenza in 10.

Ancora un cambio per il Piacenza al 69′: fuori Dubickas, dentro Lamesta.

Squadra biancorossa che si è allungata, i cambi hanno modificato l’assetto tattico. Cesarini “falso nueve” in avanti.

Tiro di Rabbi da 20 metri e parata di Caprile in due tempi.

Al 64′ entra Cesarini per Sulijc.

Piacenza frastornato, Pro Patria vicina al raddoppio al 59′ con un tiro velenoso di Pierozzi deviato in angolo da Stucchi.

Primo tiro in porta dei lombardi che passano in vantaggio al Garilli.

Al 55′ in vantaggio con l’ex Parker, azione da calcio di punizione. Di testa segna l’attaccante della Pro Patria appena entrato.

Tre cambi anche per gli avversari.

Entrato anche Tafa per Armini nei biancorossi. Tre i cambi eseguiti da Scazzola alla ripresa del gioco.

Via ai secondi 45 minuti. 

Piacenza Pro Patria

Cambi nel Piace nella ripresa: Burgio per Giordano, Rabbi per Parisi.

Finito il primo tempo. Piacenza che genera molto gioco ma senza concretizzare: non un tiro in porta per i biancorossi.

Occasione al 45′ di Corbari, che entra in area dal lato corto ma un difensore si rifugia in angolo.

Terzo corner del Piacenza, respinge la retroguardia della Pro Patria.

Tiro improvviso di Bobb dai 20 metri, palla che esce alla destra di Caprile di un metro al 38′.

Due buone occasioni per i biancorossi intorno alla mezzora, con Dubickas che ha provato a girare in porta dopo un rilancio maldestro della difesa avversaria, e con Corbari che non è riuscito a calciare in porta da buona posizione.

Pressione biancorossa al 24′ con Gonzi che passa ad Armini e tira, ribattuto, la ripreden Bobb ma anche il suo tiro viene respinto.

Al 22′ tiro sbilenco di Giordano che finisce abbondantemente fuori.

Dopo la fiammata iniziale la manovra del Piacenza dopo 15′ è più lenta e ragionata, finora non ci sono state occasioni da rete.

Palla che attraversa pericolosamente l’area piccola della Pro Patria dopo una deviazione della difesa. Secondo calcio d’angolo al 7′.

Buon avvio del Piace che prova con gli esterni a sfondare la difesa bustocca.

Giornata di sole e vento, campo in condizioni discrete.

Prime fasi di gioco al Garilli, pressing alto del Piacenza.

Partito il match al Garilli, dirige il signor Dario Di Francesco della sezione di  Ostia Lido.

Va a caccia della prima vittoria in campionato il Piacenza, che al Garilli ospita la Pro Patria.

Ecco l’undici biancorosso che scende in campo:

La Pro Patria arriverà al Garilli forte della convincente vittoria, primi tre punti in campionato, ottenuta contro la Juventus Under 23. Fatta eccezione per Angileri e Simonetti, il Scazzola potrà contare sulla rosa al completo e potrebbe operare qualche cambio anche in vista del recupero contro la Virtus Verona in programma mercoledì sera: l’unico dubbio riguarda Cesarini, le cui condizioni sono da valutare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.