Quantcast

Al via la riqualificazione energetica del Municipio di Pontenure

L’amministrazione Comunale pontenurese ha approvato i due progetti riguardanti la riqualificazione energetica del Palazzo del Comune di via Moschini. Il primo verte sull’adeguamento e messa norma dell’impianto elettrico, il secondo prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici che verranno posizionati sul tetto del Municipio utilizzati anche per alimentare tre stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

I lavori partiranno entro la fine dell’anno e – viene spiegato – “consentiranno di rinnovare completamente tutto il sistema d’illuminazione dell’edificio, con l’installazione di nuove lampade a basso consumo energetico a tecnologia LED che saranno posizionate, come disposto dallo studio illuminotecnico, al fine di rendere ottimale la diffusione della luce nei vari spazi. Verranno altresì sostituiti i quadri di controllo e delle luci elettriche per la messa a norma dell’impianto elettrico, al fine di renderlo rispondente alle normative di sicurezza vigenti”. Solo per l’illuminazione, si prevede “un abbattimento dei consumi di oltre il 50% rispetto a quelli attuali”. Il costo complessivo dell’intervento è di 95mila euro, interamente finanziato da fondi del Ministero dell’Interno.

Il secondo progetto riguarda l’installazione di un impianto fotovoltaico, della potenza di circa 15 chilowattora, che sarà posizionato sul tetto comunale. Collegato ad esso, un sistema di batterie per accumulare elettricità, per una potenza di circa 15 chilowattora, che servirà le esigenze dell’edificio comunale e per alimentare 3 Wall-Box per la ricarica di autoveicoli elettrici o ibridi con tecnologia plug-in. Nel caso di esubero di produzione di energia rispetto a quanto assorbito, la parte eccedente sarà immessa nella rete elettrica. Il progetto prevede un investimento di circa 50mila € finanziati con avanzo di bilancio comunale. “Questo progetto risulta in linea con gli indirizzi di questa Amministrazione Comunale – spiega Manola Gruppi, sindaco di Pontenure – perché vuole incentivare l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, come quella solare, e allo stesso tempo intende sostituire il parco autoveicoli comunali con auto elettriche. Infatti, questa amministrazione ha partecipato al bando regionale per l’acquisto di un’auto elettrica in sostituzione di un’autovettura obsoleta alimentata a benzina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.