Quantcast

Elezioni Agazzano, Arrigo Maestri

Più informazioni su

Arrigo Maestri, 65 anni – Lista Progetto Comune
PRECEDENTI ESPERIENZE AMMINISTRATIVE: assessore per 10 anni dal 1980 al 1990 del bilancio, dello sport e della cultura, capogruppo di minoranza nell’attuale amministrazione.
ULTIMO LIBRO LETTO: La rabbia e l’orgoglio di Oriana Fallaci.
IL MESTIERE DI SINDACO NON È FACILE E SPESSO POCO CONSIDERATO, CHE COSA L’HA SPINTA A CANDIDARSI?
La passione e l’amore per il mio paese. In questo momento di particolare difficoltà finanziaria, vorrei dare delle risposte concrete alle tante emergenze presenti sul territorio, questo sarà possibile grazie alla mia esperienza amministrativa pluriennale ed alla professionalità dei componenti del mio gruppo.
QUAL È IL PROGETTO A CUI TIENE DI PIÙ E CHE VORREBBE REALIZZARE NEI PROSSIMI 5 ANNI?
Sono diversi, l’asfaltatura delle strade urbane ed extraurbane e la manutenzione ordinaria e straordinaria del verde pubblico
Aprire subito uno sportello di ascolto per conoscere meglio i problemi e le esigenze del cambio generazionale e delle nuove povertà presenti anche sul nostro territorio, garantendo i servizi ed i contributi necessari. Agli anziani, se richiesto, consegna a domicilio del pasto della spesa e delle medicine, garantire anche per il futuro la possibilità di effettuare esami clinici nel nostro poliambulatorio. Alle giovani famiglie, servizio di apertura anticipata e chiusura posticipata in tutte le scuole, garantendo il doposcuola per tutto l’anno scolastico.
L’ESPERIENZA DEL COVID COSA DEVE FAR CAMBIARE NELLE AMMINISTRAZIONI LOCALI?
Occorre incrementare l’assistenza alle persone in tutte le sue forme! II comune deve essere parte attiva e coordinare le associazioni di volontariato che abbiamo la fortuna di avere sul nostro territorio, vogliamo creare, con il loro aiuto, un filo diretto con le strutture sanitarie e di prevenzione presenti: Casa di Riposo, Caritas Parrocchiale, CRI, Poliambulatorio.
FAVOREVOLE AL VACCINO OBBLIGATORIO O AL GREEN PASS OBBLIGATORIO?
Sono favorevole al green pass obbligatorio in quanto è uno strumento utile per la ripresa di tutte le attività. Per quanto riguarda il vaccino credo che sia utile farlo, ma deve essere una scelta consapevole per il bene della collettività senza però imposizioni. Io stesso sono stato tra i primi ad essere vaccinati in quanto volontario della CRI.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.