Quantcast

Elezioni Bonifica: in 10 incontri Confedilizia ha presentato la sua posizione sul Consorzio

Più informazioni su

Si chiude oggi il ciclo di conferenze che Confedilizia e Sindacato Proprietà Fondiaria hanno tenuto nel territorio piacentino e nella parte consortile pavese per spiegare il perché del loro nuovo atteggiamento e comportamento nei confronti del Consorzio di bonifica alla luce delle elezioni consortili che si terranno domenica e lunedì (26 e 27 settembre).

Negli incontri sono state fornite anche tutte le informazioni utili per gli elettori. Le riunioni si sono tenute a Rivergaro, Bettola, Bobbio, Piacenza (2), Fiorenzuola, Monticelli, Zavattarello, Castel San Giovanni e Pianello, incontri – come detto – nei quali i rappresentanti della proprietà edilizia e della proprietà fondiaria hanno spiegato la posizione assunta dalle due Associazioni in relazione alle imminenti votazioni. In tutti gli incontri, quale obiettivo fondamentale da perseguire, i relatori hanno evidenziato “l’esigenza di una riconduzione ad equità della contribuzione obbligatoria della bonifica”.

A Bobbio si è parlato in particolare anche della “necessità di una revisione del Piano di classifica del Consorzio in modo che possa appunto ricondurre la contribuzione di bonifica ad una piena legittimità e quindi con un’applicazione della stessa esclusivamente alla luce dei criteri fissati dal R.D. del 1933 e dalle sentenze della Cassazione a Sezioni unite n. 8957/’96 e 8960/’96”. “A Fiorenzuola – scrive Confedilizia in una nota – si sono sottolineati gli sprechi di denaro del Consorzio e l’urgenza di una drastica riduzione delle spese. A Pianello si è sottolineata la necessità di distinguere le azioni consortili a seconda che siano a carico della contribuzione consortile o di competenza della fiscalità generale. A Castel San Giovanni invece si è discusso anche dell’attuale entità dei costi dell’acqua irrigua, giudicati troppo onerosi e per i quali i rappresentanti della proprietà edilizia e della proprietà fondiaria auspicano una diminuzione”. Durante le riunioni sono state raccolte interessanti richieste e proposte avanzate dai partecipanti.

“I candidati delle due Associazioni – prosegue la nota -, se verranno eletti, lavoreranno quindi alacremente perchè il Consorzio di bonifica possa davvero contribuire al miglioramento delle condizioni di vita del nostro territorio con l’obiettivo di giungere ad un’erogazione dei servizi sia di bonifica che di irrigazione sempre più trasparente e, comunque, meno costosa per beneficiari e utenti degli stessi. A riguardo delle liste e delle opinioni di cui si fa portavoce la seconda lista, a carattere ambientalista, negli incontri è emerso che i sostenitori della lista in questione hanno più punti di contatto con la Confedilizia, della quale apprezzano comunque l’indomita posizione soprattutto sotto il profilo della legittimità della contribuzione oltre che di richiamo al rispetto dei manufatti storici consortili”.

Confedilizia e Proprietà fondiaria ricordano che le votazioni si terranno domenica (dalle 9 alle 19) e lunedì (dalle 9 alle 14) di questo mese. Le Organizzazioni sperano ora di “poter perseguire gli obiettivi sopra indicati dall’interno del Consorzio, dopo decenni di battaglie condotte dall’esterno, e chiedono a tutti coloro che credono nei loro propositi e programmi di non disertare questo appuntamento decisivo per la proprietà e di andare quindi a votare per la lista “Per la bonifica e per il territorio piacentino””.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.