Quantcast

Il Piacenza vince, ma non convince. Fiorenzuola alla pari della corazzata Padova COMMENTO

Un rigore consente al Piacenza di cogliere la sua prima vittoria in campionato, un rigore decreta la sconfitta del Fiorenzuola in casa della capolista Padova a conferma che nel calcio molto spesso sono le decisioni arbitrali a determinare il risultato. Tralasciamo l’argomento arbitrale e vediamo le prestazioni delle due squadre piacentine.

Il Piacenza coglie la sua prima vittoria proprio nella partita in cui ci è piaciuto meno. Menomato da parecchie assenze, Scazzola recupera Cesarini ed i benefici si vedono subito. Una volta raggiunto il vantaggio, smarrisce le linee del gioco razionale ed accusa incertezze in fase di copertura, dove la difesa non è solida e brillante come al solito. Fortuna vuole che il Legnago, pur manovriero ed aggressivo, non abbia una levatura tecnica tale da creare seri pericoli: specie in avanti è leggerino, con giocatori che improvvisano senza costruire un’autentica azione capace di creare pericolo, tanto che Stucchi rimarrà quasi totalmente inoperoso. E’ a centrocampo che il Piacenza soffre più del previsto. Scazzola opera cambi, ma i risultati non sono esaltanti. Comunque il Piacenza vince e questo è ciò che conta maggiormente perché risana sensibilmente una precaria classifica e scaccia pericolosi fantasmi. Si tenga presente, anche, i continui impegni degli ultimi tempi che, uniti ad assenze varie, rendono complicato trovare il miglior assestamento in campo.

Il Fiorenzuola a Padova gioca una grande partita. Va in vantaggio e si difende con ordine ed intelligenza non rinunciando mai a portare insidie sia in contropiede che azioni manovrate. A metà ripresa subisce un gol in sospetto fuori gioco e quindi un rigore che di solito si definiscono “generoso”, ma i ragazzi di Tabbiani non solo sono stati alla pari della corazzata Padova, ma hanno mostrato un giuoco più fluido e brillante. Certamente gli errori non sono mancati, ma da Padova il Fiorenzuola torna con la convinzione che potrà giocarsela con tutti con uguali possibilità di successo. Anche il vento della sorte potrebbe cambiare direzione.

Luigi Carini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.