Quantcast

Il premier Draghi “Sì a obbligo vaccinale e alla terza dose”

Green Pass, obbligo vaccinale e terza dose vaccino: sono alcuni dei temi toccati dal premier Mario Draghi intervenuto in conferenza stampa da Palazzo Chigi con i ministri per gli Affari regionali e le Autonomie Gelmini, dell’Istruzione Bianchi, della Salute Speranza, delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili Giovannini.

“La campagna vaccinale procede spedita – ha esordito Draghi -, verso la fine di settembre l’80% della popolazione sarà vaccinato, un dato che dà grande conforto sia per la ripresa dell’attività produttiva che della scuola. Voglio di nuovo ribadire il mio invito a vaccinarsi, è un atto verso se stessi, di solidarietà verso gli altri e di protezione nei confronti delle persone con cui si viene in contatto. Voglio anche esprimere la mia solidarietà a coloro che sono oggetto di violenza da parte dei cosiddetti “no-vax”, una violenza particolarmente odiosa e vigliacca nei confronti di persone che fanno informazione e di chi è in prima linea a combattere la pandemia”.

VIDEO – LA CONFERENZA STAMPA

Sull’uso del Green Pass – ha poi sottolineato il premier – l’orientamento è che “verrà esteso”: il ministro Speranza ed io ne stiamo discutendo da un po’ di tempo, per decidere esattamente quali sono i vari passi e i settori interessati faremo una cabina di regia, ma la direzione è quella”. Si arriverà all’obbligo vaccinale, Ema e Aifa permettendo, e alla terza dose? “Sì a entrambe le domande” – ha risposto Draghi. “L’obbligo vaccinale – ha aggiunto il Ministro Speranza – nel nostro Paese è già disposto per quanto riguarda il personale sanitario, è una possibilità che resta potenzialmente a disposizione delle istituzioni. Sulla terza dose c’è un confronto in corso in queste ore, che porterà alla scelta della terza dose: si inizierà, credo, alla fine di settembre e si partirà dalle persone che hanno una risposta immunitaria molto fragile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.