Quantcast

In 600 gradini si svela il “Farnese segreto”: da sabato 25 le visite

La mole vignolesca è pronta a svelare i suoi misteri, nel fascino e nella suggestione degli scorci, ad oggi inesplorati, di “Farnese Segreto”. Aprirà al pubblico da sabato 25 settembre l’itinerario che – sotto l’egida di guide esperte e competenti – accompagnerà i visitatori alla scoperta di sale, punti panoramici e opere d’arte di Palazzo Farnese sinora celati al pubblico.

Ogni venerdì, alle 10.30 e alle 16.30, nonché ogni sabato e domenica alle 10.30, alle 12, alle 15 e alle 16.30, sarà possibile immergersi nella storia secolare della cittadella, partendo dai sotterranei per raggiungere torri e loggiati, attraversando gli spazi che ospitano l’Archivio di Stato e godendo, da prospettive inedite, la Cappella Ducale e le volte affrescate della Pinacoteca, per poi salire ai mezzanini aperti in via eccezionale per l’iniziativa. Qui si potranno ammirare le “Storie di Zefiro e Flora” dipinte agli inizi del XVIII secolo dal fiorentino Sebastiano Galeotti e, nel loro volto prezioso, sette ovali opera dell’artista fiammingo Robert De Longe.

“Farnese Segreto – spiega l’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi – nasce proprio dalla volontà di restituire alla collettività la ricchezza di un edificio storico, un monumento, che non solo è prestigiosa sede museale, ma può raccontare, nei suoi più reconditi meandri, vita e vicende di chi lo ha abitato e la quotidianità delle epoche che ha attraversato. L’Amministrazione comunale ha voluto puntare sulla valorizzazione del patrimonio culturale e sulla sua più ampia e completa fruibilità, realizzando un’iniziativa che saprà affascinare i visitatori che, già da questi giorni, stanno chiamando numerosi per prenotare uno dei tour nella mostra esperienziale”.

Per accedere al percorso – come, del resto, già avviene per le collezioni museali – sarà necessario il Green Pass. “Proprio per avvicinare, facendoli innamorare, i più giovani all’arte ed al nostro patrimonio culturale – spiega Papamarenghi – il biglietto sarà gratuito per tutti i giovani con meno di 18 anni, mentre sarà ridotto a 5 euro per i quelli tra i 18 e i 25 anni”. Il costo intero del biglietti, comprensivo dell’accesso al tour e della visita guidata, è di 8 euro per gli adulti, ridotto a 5 euro oltre che per le categorie già citate anche per i soci ICOM e per tutte le categorie già previste dal regolamento dei Musei Civici. Ogni visita potrà essere seguita da un massimo di 8 persone (in considerazione degli spazi ristretti e soprattutto delle regole anti Covid); i gruppi che acquisteranno almeno 4 biglietti riceveranno in omaggio il volume dedicato a Palazzo Farnese e alle architetture vignolesche.

Da lunedì 20 settembre, l’acquisto del biglietto potrà avvenire in loco o via web, tramite il sito dei Musei Civici di Palazzo Farnese Piacenza, seguendo l’apposito link. Per chi non acquistasse preventivamente il biglietto è consigliata la prenotazione della visita scrivendo a info.farnese@comune.piacenza.it o telefonando allo 0523-492658. La visita, della durata di circa un’ora e mezza, richiede un certo impegno fisico (tra salite e discese i gradini sono quasi 600), ma per chi avesse difficolta, problemi motori o cardiaci, e per coloro che, per qualsiasi ragione, non potessero affrontare la salita, è stato realizzato un percorso alternativo con un video immersivo che presenta gli spazi di più difficile accesso. Sono consigliate scarpe comode.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.