Quantcast

La Casa di Iris compie 10 anni “Accolte 3mila famiglie, adesso abbiamo bisogno di infermieri”

La Casa di Iris compie 10 anni. Per festeggiare l’importante traguardo, l’hospice – un luogo in cui ci si prende cura di persone, non più gestibili a domicilio, con malattie in fase avanzata a rapida evoluzione – in sinergia con altre associazioni del territorio ha pensato ad una serie di iniziative: cinque eventi tra sabato 4 e domenica 26 settembre, organizzati in vari luoghi della provincia con lo scopo di sostenere le attività della struttura sanitaria.

Il dettaglio del programma è stato presentato nella mattinata di mercoledì 1 settembre presso la sala del Consiglio comunale in Municipio: sono intervenuti il sindaco Patrizia Barbieri, presidente dell’associazione “Insieme per l’Hospice”, il presidente della Fondazione “Casa di Iris” Sergio Fuochi, il direttore sanitario dell’hospice Giovanna Albini e i rappresentanti delle associazioni che promuovono i diversi eventi. “Si tratta di un compleanno molto importante – ha affermato il primo cittadino -, un momento significativo che segna non solo un impegno professionale importantissimo, ma anche un percorso di condivisione che ha fatto diventare La Casa di Iris una grande famiglia. Giusto quindi festeggiare con quel calore e trasporto con cui i piacentini stanno vicino al nostro hospice. Quando si entra qui – ha aggiunto – si coglie subito una particolarità, solitamente non facile da trovare in un luogo di cura, ovvero la capacità di trasmettere affetto e serenità anche nei momenti difficili”.

Il presidente della Fondazione “Casa di Iris” Fuochi ha evidenziato come “in tempi pre-covid eventi ed iniziative portavano a La Casa di Iris circa 140mila euro l’anno. Fondi che dall’avvio della pandemia si sono praticamente azzerati, anche se le donazioni e la vicinanza del territorio non sono mai venuti a mancare. Ecco perché – ha aggiunto – i festeggiamenti per questo decimo compleanno segnano anche un momento di ripartenza: sono stati anni non sempre facili, ma ogni difficoltà è stata superata perché affrontata in maniera condivisa”.

Tra le criticità emerse in maniera sempre più pressante negli ultimi tempi c’è quella della carenza del personale infermieristico. “In dieci anni abbiamo accolto circa 3mila famiglie – ha spiegato Giovanna Albini -, per continuare a farlo è però necessario avere più infermieri. Quello della loro mancanza è un problema generale, su cui stiamo lavorando per venirne fuori, anche se temo che si protrarrà ancora per qualche anno. Il covid ha messo in ginocchio tutti – ha evidenziato -, ma la vicinanza verso la nostra struttura non è mai venuta meno: alcuni infermieri che in passato hanno lavorato qui ci hanno contattato facendoci sapere di essere disponibili, nel caso ci fosse bisogno”.

INFO EVENTI E LOCANDINA – Tutti gli eventi sono finalizzati al festeggiamento del decimo compleanno de La Casa di Iris e tutto il ricavato verrà destinato al sostegno dell’Hospice di Piacenza. Le iniziative sono organizzate nel rispetto delle normative anti-covid vigenti e si potrà accedere con Green pass oppure con tampone con esito negativo non anteriore alle 48 ore. Per maggiori info: https://www.hospicepiacenza.it/

LA LOCANDINA

locandina eventi casa di iris

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.