Quantcast

Passi avanti per Assigeco nell’amichevole contro il Fiorenzuola

Più informazioni su

Un bel passo avanti rispetto alla prima uscita di sabato scorso, soprattutto per l’atteggiamento difensivo, tanta energia e disponibilità a far salire l’amalgama e la coesione tecnica del gruppo.

L’Assigeco manca di Lorenzo Galmarini e Phillip Carr, tenuti in panca a riposo precauzionale, e presenta per la prima volta al pubblico Lorenzo Deri, rimasto fuori sabato con Crema, e DeVoe per conquistare un’altra razione di applausi dal pubblico del “Campus” aggiudicandosi l’amichevole con Fiorenzuola (82-46) grazie alle robuste dosi di intensità iniettate nell’azione difensiva in modo esponenziale dopo la prima sirena per frenare la verve avversaria (16-19 il primo quarto) e aprire spazi interessanti al fluire degli schemi condito dalla valida selezione di tiro, sia dal perimetro che all’ombra del canestro.

I rossoblu (Sabatini 9, Cesana 9, Gajic 5, Pascolo 9, Guariglia 15; DeVoe 19, Deri 9, Querci 7, Seck) nel primo quarto sono alla ricerca del ritmo giusto sotto la pressione della Pallacanestro Fiorenzuola (Rubbini 8, Cipriani 3, Alibegovic 8, Ricci 7, Filippini 2; Livelli 11, Galli 4, Bracci 2, Jovanovic 1, Boriani, Binelli, Avonto, Bussolo) che approccia bene la contesa (3-11 al 5’) ma viene progressivamente risucchiata dal miglioramento della tenuta difensiva dei ragazzi di Stefano Salieri. DeVoe comincia a far vedere le sue doti, Deri assicura equilibrio e attenzione, Guariglia infila un paio di triple. Lo scrollone alla gara l’Assigeco lo dà nel secondo quarto (14-2 al 5’, 23-8 al 9’) sfruttando le giocate di “Dada” Pascolo e la sicurezza di Luca Cesana abbinate alla vitalità di Gherardo Sabatini e la solidità di Magaye Seck (12 rimbalzi).

Presa l’inerzia all’intervallo lungo (42-29) l’Assigeco tiene alto il ritmo anche nel terzo periodo (16-10 il parziale) giocando parecchi minuti con un quintetto inedito formato da Cesana e i quattro under (2001) Deri, Querci, Gajic e Seck, che contribuisce a chiudere 58-39 alla terza sirena. Fiorenzuola non riesce a ribaltare l’inerzia della contesa, l’Assigeco continua a spingere anche nell’ultimo quarto (8-0 al 2’) allungando il divario con le triple in serie di Lorenzo Querci, Deri e Cesana (20-6 all’8’) prezioso contributo alla rifinitura del punteggio finale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.