Quantcast

“Piacenza sia solidale e inclusiva” La protesta sotto Palazzo Mercanti foto

Si sono ritrovati sotto Palazzo Mercanti per un sit in di protesta, in concomitanza con la prima riunione del consiglio comunale dopo la pausa estiva, i promotori del comitato “Per una Piacenza di tutti”. Uno striscione con la scritta “Ora basta”, una bandiera arcobaleno e il vessillo di Rifondazione Comunista ad accompagnare le persone, qualche decina, radunate per manifestare la contrarietà alle politiche messe in atto dalla giunta Barbieri. Presenti anche esponenti della comunità Lgbt e del comitato contrario alla demolizione dell’ex mercato ortofrutticolo. All’amministrazione di centrodestra contestata in particolare una “scarsa propensione al confronto e al dialogo”.

Piacenza città di tutti

“Scendiamo in piazza per una Piacenza aperta, solidale, inclusiva, femminista, ecologista, antirazzista e antifascista. Questi sono i valori in cui crediamo – recita la piattaforma dei promotori – e che non riconosciamo all’interno delle istituzioni che dovrebbero rappresentarci. Al contrario, negli ultimi anni abbiamo assistito a gravi episodi di razzismo istituzionalizzato, attacchi alla comunità lgbtqia+, totale disinteresse nei confronti della questione ambientale, consumo di suolo indiscriminato e cementificazioni, indifferenza verso i diritti dei lavoratori meno tutelati e verso i cittadini meno abbienti, deboli prese di posizione e mancati dibattiti in seguito a fatti come l’arresto per mafia dell’ex presidente del Consiglio Comunale Caruso o il sequestro della caserma Levante, scarsa garanzia di rispetto dei principi costituzionali quali l’uguaglianza tra tutti i cittadini, la libertà d’espressione, l’antifascismo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.