Quantcast

Un murales di oltre 80 metri per omaggiare Dante: sei giorni di street art in via Risorgimento

Nota stampa Associazione Culturale Diciottotrenta

Avis Provinciale Piacenza, in collaborazione con l’Associazione Culturale Diciottotrenta, presenta “Dante sui muri”. Dal lunedì 6 settembre, in pieno centro città, una performance di street art dedicata al Sommo Poeta. Sei giorni, i primi due di misurazione e prove tecniche, per completare un murale lungo più di ottanta metri – situato sulla parete dell’ex area Camuzzi di Viale Risorgimento – per ricordare il settecentesimo anniversario dalla morte di Dante Alighieri. Un format che racchiude arte, cultura e sociale grazie al contributo di Avis, realtà storicamente presente sul territorio, un duo di artisti piacentini, Fabio Guarino e Antonio Catalani, e due associazioni nell’ambito del sociale quali “Assofa Piacenza” e “La Matita Parlante”.

Queste saranno protagoniste, grazie ad un laboratorio direttamente sul campo, durante le mattinate di mercoledì e giovedì sul muro; un modo per unire la volontà di operare in prima linea con i ragazzi e la pittura, il tutto coordinato dagli educatori delle stesse associazioni.

I lavori termineranno nei giorni seguenti con una piccola premiazione al merito, di Avis e Diciottotrenta, per una personalità che si è distinta nell’ultimo periodo nell’ambito del sociale: Diego Guerriero e la sua associazione “Il Tandem volante”, porta bandiera di Avis negli spostamenti in bicicletta a sostegno della disabilità. Il muro, grazie alla collaborazione con la ditta di costruzioni Fontanella sarà visibile per un periodo di tempo di alcuni mesi, prima di essere rimosso.

Un primo approccio alla volontà delle associazioni coinvolte e soprattutto di Avis di richiamare sempre più l’attenzione su progetti che riguardino il sociale da un punto di vista leggero, giovanile e artistico che riguarda artisti ed associazioni under 35. Allo stesso modo il gruppo giovani di Avis si impegna a sensibilizzare i giovani rispetto ai valori di Avis.
All’iniziativa, infatti, collabora Avis Provinciale Piacenza come sponsor principale della manifestazione. “Abbiamo da subito aderito al progetto perché permette ad Avis di fare rete con altre realtà sociali – spiega Mina Sibra di Avis Provinciale Piacenza – e sensibilizzare alla cultura e alla solidarietà le giovani generazioni”.
Durante i lavori sarà possibile, senza alcun costo per il pubblico, seguire passo dopo passo la definizione del progetto, tutti gli aggiornamenti e le informazioni saranno disponibili sui canali social delle associazioni coinvolte e sul sito ufficiale www.diciottotrenta.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.