Quantcast

Valtidone Wine Fest e 69° Festa dell’Uva: a Ziano omaggio alla Malvasia di Candia

Più informazioni su

Un programma ricco e articolato, tra degustazioni, buon cibo e divertimento, si prepara a celebrare la Malvasia di Candia nella seconda tappa del Valtidone Wine Fest 2021, con l’organizzazione del Comune di Ziano e dell’Associazione Sette Colli in Malvasia.

Dopo il successo registrato a Borgonovo, domenica 12 settembre la rassegna del vino piacentino sale le vitate colline di Ziano per rendere omaggio all’uva tanto cara a Leonardo Da Vinci e a tutte le sfaccettature del Malvasia, in abbinamento con la 69° edizione della Festa dell’Uva che riparte dopo due anni di stop forzato. Protagoniste assolute saranno le cantine e aziende vitivinicole del territorio che, dopo l’inaugurazione ufficiale delle ore 10 presso la fontana di Piazzale Matteotti, troveranno posto con i banchi di assaggio in quattro location nelle vie principali del paese, anche in ottemperanza alle misure anti assembramento. A fargli da contorno, oltre agli spettacoli degli artisti di strada, musicisti e giocolieri per l’intera giornata, saranno una serie di eventi e iniziative che celebrano l’uva e il vino nella 69° edizione della Festa dell’Uva organizzata dalla Pro Loco e gli abbinamenti con i prodotti tipici e la gastronomia del territorio.

A cura del Consorzio Vini Doc Colli Piacentini si terranno presso i locali dell’enoteca regionale recentemente inaugurata degustazioni e assaggi dei vini di tutta la provincia e, a cura della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini alcune degustazioni guidate. Nei giardini comunali, a cura di De Smart Kitchen si terranno 3 percorsi di gusto (12.30, 17 e 19 con i vini delle associazioni e consorzi coinvolti) che celebreranno la Malvasia in cucina. Accanto agli stand alimentari della Pro Loco e allo street food, in Via Roma e in Piazza dalle 10.00 alle 20.00 si terrà il mercatino di creativi e hobbisti, oltre all’animazione di Funtasia, con zucchero filato e creazione di palloncini sagomati. Mercato artigiani, stand Donne del Vino, mostra fotografica e olio dell’Associazione LaValtidone (tema albe e tramonti), vendita di libri usati a cura della Biblioteca Carla Carloni (Via Roma, con raccolta fondi per l’attività all’interno della biblioteca) completano l’offerta della ricca giornata che avrà anche un annullo speciale su cartolina in numero limitato e timbro realizzato da Norberto Ponzini (dalle 10 alle 16 nel cortile di fronte al Municipio). Alle ore 11 si terrà la celebrazione della Santa Messa.

“Abbiamo messo insieme tutti gli attori legati al prodotto vino e le associazioni locali per creare un evento che è di ripartenza e un messaggio di fiducia per il territorio – sottolinea il sindaco di Ziano Manuel Ghilardelli, accompagnato dagli assessori alla Cultura Gloria Merli, Paolo Badenchini e dalla consigliera delegata a turismo e promozione territoriale Elaine Jeanne Januszewski -. Ringrazio già da ora a nome dell’Amministrazione gli uffici, i volontari, le associazioni e i collaboratori e ovviamente gli sponsor senza i quali la manifestazione non potrebbe svolgersi, a partire prima di tutto da Banca di Piacenza e dalle cantine di Vicobarone e Valtidone e, ancora, il salumificio Il Colle e il San Carlo. Questa manifestazione è frutto prima di tutto dell’impegno dei nostri viticoltori, come il Cav. Mossi, che hanno fatto crescere il nostro territorio e le sue eccellenze”. Il sindaco Ghilardelli ha inoltre voluto riservare durante la conferenza stampa un ricordo a Monsignor Ponzini, che proprio ieri ci ha lasciato: “è sempre stato accanto a questa rassegna e promuovendo, con la sua sapienza, la storia della viticoltura locale”.

“E’ un rilancio del vino di Ziano attraverso la collaborazione di tutte le associazioni del vino, consorzi, cantine sociali e i produttori locali – sottolinea Davide Valla, Presidente della 7 Colli in Malvasia -. Abbiamo già 18 cantine aderenti e per la prima volta le degustazioni saranno in 4 location diverse in modo da animare tutto il paese. Iniziative come queste rinnovano e rinforzano il ruolo di Ziano e della Val Tidone come culla del vino piacentino”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.