Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Confindustria

Xella festeggia coi dipendenti il 10° anniversario dello stabilimento di Pontenure foto

Più informazioni su

Il gruppo internazionale Xella, protagonista di primo piano nel settore dei materiali da costruzione, celebra 10 anni di attività produttiva a Pontenure, da quando, nel 2011, fu inaugurata la prima linea di produzione italiana dei famosi blocchi Ytong.

L’azienda Xella Italia, parte del Gruppo Xella e attiva in Italia dal 2005, festeggia oggi il decimo anniversario della propria attività produttiva presso il proprio stabilimento di Pontenure (Piacenza). Infatti, proprio nel 2011, il gruppo internazionale Xella acquisì una storica realtà produttiva del territorio piacentino di proprietà della Rdb per dar vita ad un polo produttivo strategico per il mercato italiano, dove già dal dicembre dello stesso anno prese avvio la produzione dei blocchi da costruzione in calcestruzzo aerato autoclavato Ytong, un prodotto conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per le sue prestazioni e l’alto livello di sostenibilità.

Xella di Pontenure

Un percorso di eccellenza per l’impianto di Pontenure – In questi dieci anni l’azienda ha investito continuamente sul polo produttivo piacentino, con un’implementazione costante dell’innovazione tecnologica delle linee e degli impianti, a vantaggio della qualità produttiva, caratterizzata da standard elevatissimi, dell’efficienza di lavorazione, della sicurezza e della sostenibilità ambientale. L’utilizzo efficiente delle materie prime all’interno dei processi produttivi è un punto fermo per l’azienda: come emerge anche dall’ultimo Report di Sostenibilità pubblicato dal Gruppo Xella, l’azienda ha messo a punto un consolidato processo per la riduzione al minimo degli scarti di produzione, che vengono puntualmente recuperati e rimessi in circolo, accanto allo studio di nuove formulazioni per le malte, con importanti percentuali di riciclato. L’ottimizzazione costante delle tecnologie produttive e il perseguimento di standard qualitativi sempre più elevati hanno permesso negli anni di potenziare gli impianti e migliorarne i sistemi di recupero dell’energia, portando all’abbattimento ogni anno di importanti quote di emissioni di CO2, oltre al recupero delle acque di raffreddamento che vengono in gran parte restituite al ciclo produttivo.

Xella di Pontenure

Lo stabilimento Xella a Pontenure: sito all’avanguardia in Europa – Proprio grazie ai continui investimenti e all’impegno nella ricerca e sviluppo profuso in questi anni, lo stabilimento di Pontenure, esteso su un’area di circa 100.000 mq, si configura oggi come uno tra i siti più all’avanguardia nel panorama europeo, caratterizzato da un costante aumento della produttività (è attivo 7 giorni su 7, 24 ore al giorno) e un continuo aumento dell’organico, con positive ripercussioni sull’occupazione del territorio. Il polo piacentino, al centro del piano di sviluppo elaborato dal gruppo Xella, ha visto un ulteriore potenziamento nel 2019, con l’avviamento di una nuova linea produttiva di materiali in polvere e premiscelati, per la produzione di malte, collanti e intonaci, ampliando e completando di fatto la gamma prodotti, in modo da offrire al mercato edile un sistema costruttivo completo, con caratteristiche omogenee e complementari, per risultati di elevata qualità, duraturi e sicuri. Pontenure, oltre a coprire le esigenze del mercato interno per quanto riguarda la linea delle malte, è il punto di riferimento per l’approvvigionamento di una vasta area del mercato europeo, servendo numerosi stati fra cui Francia, Serbia, Slovenia, Croazia, Polonia e Romania.

Paolini ceo di Xella

Ricerca e qualità: 10 anni di successi – I passi intrapresi dal Gruppo Xella in Italia si sono rivelati vincenti, con numeri di anno in anno sempre in crescita, sia per volume di produzione che per fatturato. Ad esempio i volumi attuali, nonostante un 2020 complicatissimo per tutti i comparti e per l’edilizia in particolare, sono superiori del +13% rispetto allo stesso periodo del 2019.
“In occasione di un anniversario importante come i 10 anni – spiega il Dott. Marco Paolini, CEO di Xella Italia – viene naturale ripensare al percorso compiuto, alle difficoltà incontrate, agli errori fatti, ai collaboratori e ai successi avuti. Per un’azienda vitale come la nostra è però necessario mantenere lo sguardo fisso alle opportunità future che dobbiamo costruire oggi, nel presente.”
“E il nostro presente – continua Paolini – parla ancora di crescita, investimenti, digitalizzazione, ricerca e sviluppo per portare al mercato dei professionisti dell’edilizia sistemi e prodotti per costruzioni efficienti energeticamente e sempre più sostenibili.
Per garantire il futuro dell’azienda, oltre agli investimenti, la massima attenzione va posta sui collaboratori che sono l’asset più importante e i motori principali dello sviluppo, il cui contributo in tutti i settori porta all’eccellenza e a mantenere posizioni di avanguardia in un mercato competitivo.”

Un’attenzione che oggi si esprime in un momento di festa, celebrazione e condivisione, che si tiene proprio all’interno dello stabilimento Xella di Pontenure, insieme ai dipendenti, collaboratori e responsabili italiani ed europei. “Perché festeggiare una ricorrenza importante come questa è un modo per condividere con consapevolezza e piacere il percorso fin qui intrapreso e insieme rivolgere lo sguardo sul futuro che costruiremo, con il contributo di tutti” conclude il Dott. Paolini. (nota stampa)

Xella di Pontenure

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.