Quantcast

Aggressione a S. Antonio: due arresti per tentato omicidio

Sant’Antonio, uomo pestato a sangue: arrestati i due presunti aggressori.

Il provvedimento fa seguito alla vicenda avvenuta nella notte tra il 18 e il 19 ottobre, quando un 35enne italiano, già noto alle forze dell’ordine, era stato trovato privo di sensi all’esterno del bar della cooperativa di Sant’Antonio con evidenti segni di pestaggio sul viso. Il bar era già chiuso quando sono arrivate le volanti della polizia e i carabinieri del radiomobile. L’uomo era stato trovato solo, riverso al suolo con il viso insanguinato, senza documenti, e quindi portato in condizioni gravi in ospedale, ricoverato presso il reparto di rianimazione in prognosi riservata.

Le indagini coordinate dalla locale Procura della Repubblica e condotte dalla Squadra Mobile, hanno permesso di ricostruire nel dettaglio la vicenda, individuando tramite l’analisi dei filmati e l’interrogatorio dei presenti sia l’identità dei due presunti aggressori che i motivi per cui era scoppiata la lite. Pare che sia gli aggressori, che l’uomo ferito, probabilmente ubriachi, avessero iniziato una lite fuori dal locale per futili motivi. Successivamente – riferisce la Questura – il 35enne si sarebbe accorto che gli era stato sottratto il telefono, chiedendone la restituzione. A quel punto la lite è degenerata, ed in breve tempo l’uomo è stato colpito più volte in testa, anche con una bottiglia di vetro e picchiato anche dopo essere caduto a terra.

Nel giro di poche ore i presunti aggressori sono stati identificati dalla Squadra Mobile: si tratta di un 18enne cittadino moldavo – trovato in possesso di alcuni vestiti ancora imbrattati di sangue e del telefono cellulare della vittima – e di un 23enne italiano, entrambi con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. I due sospettati sono stati portati in questura e sottoposti a fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura di Piacenza, quindi condotti in carcere con l’accusa di tentato omicidio in concorso, ed il più giovane anche per la rapina del telefono cellulare. Sono in corso valutazione eventuali provvedimenti amministrativi a carico del bar teatro degli eventi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.