Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - UniCatt

Agricoltura e ambiente, il premio dell’Accademia nazionale ad Andrea Fiorini, ricercatore della Cattolica

È Andrea Fiorini il vincitore della seconda edizione del Premio Filippo Re promosso dall’Accademica Nazionale di Agricoltura. Il ricercatore della facoltà di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore si è aggiudicato il riconoscimento grazie a uno studio sul potenziale della non lavorazione, abbinata all’impiego di colture di copertura, in un’ottica di adattamento dell’agricoltura e contemporanea mitigazione del cambiamento climatico.

«Nel caso in esame, oltre alla capacità della non lavorazione di incrementare il sequestro di CO2 nel suolo (+37%) nel lungo termine, sono state documentate le sue proprietà di mitigazione delle emissioni di N2O (-51%) rispetto al sistema agricolo convenzionale- precisa il ricercatore-. Inoltre, la combinazione di non lavorazione e segale (Secale cereale L.) come cover crop, si è dimostrata una soluzione in grado di aumentare le rese di mais e soia, a prova di un duplice vantaggio: ambientale e produttivo». «Dato l’attuale contesto globale di crescita della popolazione e il conseguente aumento della domanda alimentare -prosegue Fiorini-, l’introduzione di sistemi agricoli sostenibili, resistenti e resilienti ai cambiamenti climatici, in grado di salvaguardare e utilizzare in modo efficiente le risorse naturali, è essenziale per affrontare gli obiettivi della futura politica agricola comune dell’UE e dello sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals; SDGs), verso il 2030 e oltre». Temi questi, su cui la facoltà di Scienze agrarie alimentari e ambientali.

Il Premio Filippo Re – Economia, società, ambiente e territorio, intitolato al famoso botanico e agronomo italiano, primo segretario dell’Accademia e uno dei suoi più illustri padri fondatori, ha cadenza annuale, è organizzato in collaborazione tra l’Accademia Nazionale di Agricoltura e Image Line, e ha l’obiettivo di promuovere la costante evoluzione del ruolo dell’agricoltura per l’economia del paese e le interazioni di questo settore con le sue dinamiche sociali, ambientali e territoriali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.