Quantcast

Castel San Giovanni, Fratelli d’Italia “Dove sono i fondi per la sanità territoriale piacentina?”

Nota stampa del gruppo di Fratelli d’Italia di Castel San Giovanni 

Un anno fa, e più precisamente il 16 ottobre 2020, il Ministro Speranza – accompagnato da PdER Bonaccini e DG Baldino – in visita nella nostra Provincia, prometteva uno stanziamento di 20 milioni di euro per la sanità territoriale piacentina. Uno stanziamento che presupponeva l’aver compreso come una emergenza sanitaria di queste catastrofiche dimensioni potesse essere contrastata da una medicina territoriale ben strutturata e da una implementazione degli ospedali satelliti di periferia. Ma che fine hanno fatto quei fondi? Lo ha spiegato ieri in CTSS Baldino, incalzato dal Sindaco e Presidente della CTSS Fontana, che dimostra di tenere la barra dritta nonostante tutte le notizie che si sono susseguite sulla stampa. I fondi del Governo sono stati destinati al “nuovo ospedale” della città di Piacenza che vedremo operativo “forse” tra 10 anni e che prevede un esborso complessivo di 240 milioni di euro. E i fondi per gli altri ospedali della provincia? I 3 milioni promessi al nuovo Ps di Castel San Giovanni?

Abbiamo già chiesto, in data 30 maggio, che il DG Baldino venisse in Consiglio Comunale a Castel San Giovanni per relazionare sul piano strategico previsto per il nosocomio castellano ed i particolar modo per la riapertura del pronto soccorso viste le innumerevoli informazioni, spesso fuorvianti. Oggi, a seguito di queste nuove dichiarazioni, è una richiesta che diventa improcrastinabile. Non vogliamo che ci vengano vendute notizie che risultano essere fumo negli occhi quando un Ospedale che serve migliaia di utenti ad oggi ha ancora un PS operativo come un qualsiasi negozio commerciale. Evidentemente la pandemia, il covid, le vittime e l’assenza di una vera sanità territoriale nulla hanno insegnato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.