Quantcast

Assigeco verso la sfida con Treviglio. Sabatini “Nessun timore reverenziale”

Più informazioni su

Il primo successo in assoluto al “Biella Forum” conquistato domenica scorsa con decisione e tanta intensità dall’Assigeco è come un’iniezione di entusiasmo e fiducia nell’animo dei ragazzi di Stefano Salieri che, sbloccata la classifica, possono affrontare con la giusta dose di energia il difficile confronto di dopodomani al “PalaBanca” con Treviglio (palla a due alle 18). Una sfida di grande tradizione decennale, miscela di agonismo e ottimo basket che in questa stagione vede decisamente favorita la squadra allenata dagli ex Michele Carrea e Lollo Dalmonte.

«Abbiamo avuto un assaggio in SuperCoppa della forza di Treviglio, una delle concorrenti che punta a vincere e che ha tutte le possibilità di lottare per le prime posizioni – avverte Gherardo Sabatini, play rossoblu -. Da parte nostra non ci deve essere alcun timore reverenziale, dobbiamo andare sul parquet con l’idea di mettere in gioco la nostra pallacanestro e la faccia tosta che ci contraddistingue per fare una partita di rilievo. La chiave della serata? Uno dei punti importanti può essere la necessità di frenare la transizione di Treviglio e la capacità di colpire con precisione da tre. Serve tantissima attenzione nella fase difensiva». L’assenza di Lorenzo Deri, ancora out per la “scavigliata” responsabilizza ulteriormente Sabatini, cuore pulsante del gioco dell’Assigeco. «Mi sto calando sempre di più nel ruolo di “regia”, mi piace mandare a canestro i compagni di squadra – sottolinea il 27enne esterno bolognese, bravo a firmare 8 assist a gara nelle prime uscite -. Devo però crescere sotto il profilo della pericolosità offensiva aumentando la possibilità di segnare punti».

La prova di domenica scorsa a Biella può essere di stimolo a tenere alto il livello del gioco anche contro un avversario di prima fascia, come Treviglio. «La vittoria di domenica serve a dare conferma tangibile della bontà della nostra prima parte di stagione condita da sensazioni positive, confermate dall’unità del gruppo – chiosa Sabatini -. Stiamo bene in campo, abbiamo trovato tanta solidità da parte di DeVoe (25 punti con 9/12 al tiro) sul perimetro (al momento unico straniero Assigeco ndr) e di Guariglia sotto canestro (17 punti, 17 rimbalzi). Ci auguriamo sia un bel segnale per il prosieguo della stagione».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.