Quantcast

La notte prima dell’obbligo Green pass, l’assalto alle farmacie

Più informazioni su

A che ore dall’entrata in vigore dell’obbligo di Green pass al lavoro, si registrano anche a Piacenza lunghe file davanti alle farmacie della città.

Da venerdì 15 ottobre, per entrare a lavoro, sia nel settore pubblico che in quello privato, i dipendenti saranno obbligati ad esibire il green pass, il lasciapassare covid già in uso in diversi ambiti in Italia ed ottenibile grazie alla vaccinazione, con un tampone negativo o con la guarigione dal virus entro sei mesi. Le lunghe code erano già state prospettate da alcuni sindacati, come Ugl, sollecitando la Prefettura ad attivare tavoli ad hoc per ovviare al problema di superlavoro delle farmacie, chiamate in causa da chi, non essendo vaccinato, deve ricorrere al tampone per potersi recare al lavoro.

L’entrata in vigore del Green pass creerà poi non pochi problemi di organizzazione: ad esempio il Comune di Piacenza, che conta all’incirca 600 lavoratori, si è dotato di un regolamento per disciplinare il controllo della certificazione verde.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.