Quantcast

“Massima fiducia nella magistratura. Ora la priorità è preservare i servizi sul territorio”

Un fulmine a ciel sereno, quello che si è abbattuto sul Comune di Rivergaro, con Katia Sartori,  presidente della Pubblica Assistenza Sant’Agata, ai domiciliari con l’accusa di falso in atto pubblico e peculato.

“Non entriamo nel merito della vicenda – ha detto il sindaco Andrea Albasi -, abbiamo la massima fiducia nell’operato della magistratura. Siamo vicini ai volontari, di cui conosciamo l’impegno e la dedizione: la pubblica assistenza Sant’Agata è un’eccellenza del nostro territorio, sia in ambito sanitario che come Protezione Civile. Siamo già in contatto con il 118 di Piacenza per capire come continuare a erogare il servizio di assistenza nel nostro Comune”.

Una priorità che sottolinea anche il capogruppo all’opposizione Giampaolo Maloberti. “Quello che ci preme è che i cittadini di Rivergaro non vengano penalizzati e che venga garantita l’attività – dice Maloberti -; per quanto riguarda l’aspetto giudiziario, noi siamo garantisti e aspettiamo la conclusione della vicenda per esprimerci in merito. Anche da parte nostra esprimiamo vicinanza ai volontari dell’associazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.