Quantcast

Medicine and Surgery, il 18 ottobre la prima lezione alla Galleria Alberoni

Medicine and Surgery, il 18 ottobre iniziano le lezioni del nuovo corso di laurea in medicina in lingua inglese.

Come già era stato anticipato, per il primo anno i 100 studenti attesi a Piacenza seguiranno i corsi nella sala degli Arazzi al Collegio Alberoni. In attesa dell’individuazione della sede definitiva della facoltà, distaccamento dell’università di Parma, l’Opera Pia Alberoni metterà a disposizione – a partire dal prossimo anno accademico – altri spazi. Prima che si sapesse di questa nuova opportunità, che porterà a Piacenza studenti da tutto il modo (secondo il bando per le ammissioni, le matricole devono provenire al 60% da Paesi Ue e al 40% da Paesi extra Ue), l’Opera Pia Alberoni aveva già avviato un intervento di ristrutturazione delle facciate di palazzo Portici, che si trova dall’altro lato della via Emilia rispetto al Collegio Alberoni.

VIDEO

Il progetto è stato quindi rivisto, prevedendo anche le verifiche statiche e i successivi lavori per rendere l’edificio adatto a ospitare aule da 100 posti, come ha spiegato il presidente dell’Opera Pia Alberoni, Giorgio Braghieri. La conclusione di questi lavori è attesa per il prossimo autunno, per il momento le lezioni si terranno nella sala degli Arazzi, la più adatta per capienza ad ospitare i ragazzi, visti limiti per la capienza imposti dal covid, ricorda sempre il presidente Braghieri. Verranno poi messi a disposizione altri tre locali, per la segreteria e per gli studenti e i professori, nel convitto – tra la Galleria e la parrocchia di San Lazzaro. “Le lezioni si terranno dal lunedì al giovedì – ha spiegato il presidente -, lasciando liberi gli altri giorni per gli eventi da noi organizzati o ospitati. Crediamo in questo modo di aver consentito alla città di cogliere un’opportunità importante: in attesa di trovare la collocazione definitiva della facoltà, qui potremo ospitare il primo ciclo di laurea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.