Quantcast

Non si arresta la corsa al rialzo dei carburanti, gli operatori “Probabili nuovi rincari”

Non si arresta la corsa al rialzo dei carburanti. Ne avevamo parlato due settimane fa, ma la situazione non è cambiata anche nei distributori piacentini.

La benzina verde ha ampiamente superato 1,7 euro al litro e in alcune stazioni di rifornimento è arrivata a sfiorare i due, un’ascesa senza scossoni ma costante e inesorabile nelle ultime settimane. E che si fa sentire sempre più nel portafoglio degli automobilisti. Va addirittura peggio per chi ha un’auto a metano, passato da 1 euro al kg a ben oltre 2, ovvero il doppio, in soli tre mesi. Un’impennata assai più brusca che sta facendo contrarre i consumi di metano, favorendo l’utilizzo della benzina sulle vetture che tuttavia causa maggiore inquinamento. Per trovare prezzi simili, bisogna tornare indietro di parecchio tempo: sette anni (ottobre 2014) per la benzina, tre anni (ottobre 2018) per il diesel e sette anni e otto mesi (febbraio 2014) per il Gpl.

I gestori di stazioni di rifornimento vedono così mutare le abitudini di consumo di tanti clienti: meno “pieni”, più ricorso al self service per limare di qualcosa i costi, meno utilizzo di servizi. Mentre per loro cambia ben poco visto che la quota che finisce nelle loro tasche non varia, a fare il prezzo è solo il mercato. “Se non vi saranno cambiamenti a livello internazionale – spiega un gestore di pompa di carburante – non ci attendiamo grandi novità nei prossimi giorni, i prezzi sono destinati a salire ancora. A questo si aggiunge il fattore stagionale, visto che con l’avvicinarsi dell’inverno e del Natale assistiamo da sempre a un rincaro generale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.