Quantcast

Spettacoli, laboratori, incontri: torna il teatro per scuole e famiglie

Ritornano in teatro a Piacenza la rassegna per le scuole “Salt’in Banco” e la rassegna per le famiglie “A teatro con mamma e papà”. Le stagioni di teatro ragazzi 2021/2022 firmate Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e curate da Simona Rossi, responsabile progetti teatro ragazzi, teatro scuola e formazione, propongono ancora una volta un articolato e ricco programma di spettacoli, e non solo, forti di una consolidata esperienza: siamo infatti alla 42° edizione di “Salt’in Banco” e alla 27° edizione di “A teatro con mamma e papà”.

Un’esperienza di lavoro e confronto con le giovani generazioni sia sul piano artistico sia sul piano organizzativo che caratterizza il Centro di produzione teatrale piacentino diretto da Diego Maj. Proposte che, affiancandosi alla Stagione di Prosa del Teatro Municipale e al Festival di teatro contemporaneo “L’altra scena”, vanno a completare l’offerta teatrale per la città e sul territorio.
Non solo spettacoli ma anche laboratori, incontri e progetti formativi. Un teatro da vedere e un teatro da conoscere attraverso le attività educational. Un teatro che mette al centro bambini e ragazzi, scuole e famiglie. 33 titoli, 25 compagnie, oltre 70 aperture di sipario. Più di 20 percorsi educational, a cui si aggiungono una sezione di letture animate da realizzare nelle scuole e una sezione di proposte on line e on demand.

“Salt’in banco”, Rassegna di teatro scuola, prevede spettacoli e attività educational per l’intera durata dell’anno scolastico, con appuntamenti per tutte le fasce d’età, dai nidi d’infanzia fino alle scuole superiori. Una programmazione che si svolge al Teatro Filodrammatici, al Teatro Municipale, al Teatro Gioia, allo Spazio Luzzati, ma anche nelle scuole e on line. L’attività organizzativa fa capo all’Ufficio scuola e formazione di Teatro Gioco Vita, che vede al lavoro insieme a Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti (prenotazioni e rapporti con le scuole) e Alex Rubin Silmo (assistente di sala). “A teatro con mamma e papà”, Rassegna di Teatro per le Famiglie è un cartellone di appuntamenti da novembre ad aprile: rappresentazioni pomeridiane (alle 16.30) la domenica e giorni festivi al Teatro Filodrammatici, oltre a percorsi animati nel nuovo Spazio Luzzati. La rassegna “A teatro con mamma e papà” e tutte le attività formative inserite nel cartellone di “Salt’in Banco” vengono svolte in collaborazione con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e con il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano nell’ambito del programma “InFormazione Teatrale”. Le Stagioni di Teatro Ragazzi sono organizzate da Teatro Gioco Vita con il contributo di MIC e Regione Emilia-Romagna.

A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ – Teatro Gioco Vita in questa stagione ha scelto di investire molto sulla Rassegna di teatro per le famiglie “A teatro con mamma e papà”, che alla sua 27° edizione incrementa il numero di spettacoli e di rappresentazioni, con l’intenzione di incoraggiare i genitori e i nonni a portare i bambini a teatro dopo i mesi della chiusura. Le rappresentazioni sono tutte al Teatro Filodrammatici con inizio alle 16.30. Alcuni titoli sono un recupero di spettacoli programmati nella primavera 2020 e saltati per l’emergenza sanitaria, ai quali si affiancano alcune novità insieme a produzioni ormai entrate nel repertorio del teatro ragazzi italiano. Si inizia il 21 novembre, quando sarà presentata per la prima volta a Piacenza la nuova creazione 2021 di Teatro Gioco Vita, realizzata con il Balletto di Roma, “Il piccolo Re dei Fiori”, fiaba per musica, ombre e danza da Květa Pacovská. Il debutto era stato a febbraio al Teatro Filodrammatici ma senza pubblico, che aveva potuto assistere alla rappresentazione solo in streaming.

Domenica 28 novembre il Teatro del Buratto ci racconta storie di miti del cielo con “Pescatori di stelle”, mentre domenica 5 dicembre sarà la volta di un classico della letteratura per l’infanzia, “Pinocchio”, nella versione di Accademia Perduta/Romagna Teatri, fedele al racconto originale ma anche inedita, carica di sorprese e di piccole e grandi magie. Mercoledì 8 dicembre vedremo “La storia di Pierino e il lupo” di Tib Teatro, spettacolo nel quale il “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev viene rappresentato attraverso la parola e il corpo, la danza e le immagini. Domenica 12 dicembre ultimo appuntamento del 2021: “Buono come il lupo” di Giallo Mare Minimal Teatro e I Sacchi di Sabbia, uno spettacolo giocoso, comico, pensato per stimolare l’immaginazione dei piccoli spettatori. La programmazione del 2022 si apre domenica 23 gennaio con “Favole al telefono” che La Piccionaia ha dedicato nel 2020 al Centenario Rodariano. Domenica 30 gennaio sarà poi la volta di un’altra novità firmata Teatro Gioco Vita: la creazione “Sonia e Alfredo”, una storia di amicizia e solidarietà tratta dall’opera di Catherine Pineur, debuttata nel settembre 2020 a Forlì al Festival “Colpi di scena” ma mai vista a Piacenza.

Un altro spettacolo da Gianni Rodari sarà in scena domenica 13 febbraio: “Al Signor Rodari” della Compagnia L’Asina sull’Isola, con i disegni di Emanuele Luzzati. Ritorna a grande richiesta a Piacenza, dopo alcuni anni di assenza dalla programmazione per le famiglie, “Il cielo degli orsi” di Teatro Gioco Vita, che vedremo domenica 27 febbraio. Domenica 6 marzo sarà la volta della Compagnia Il Baule Volante con “Il sogno di Tartaruga”, una fiaba africana. Ultimo spettacolo in cartellone domenica 20 marzo. Un altro gradito ritorno: “Annibale – Memorie di un elefante”, progetto produttivo realizzato nel 2018 da Teatro Gioco Vita con la Fondazione di Piacenza e Vigevano. Aprirà finalmente alle famiglie anche lo Spazio Luzzati, grazie a un percorso animato che si concluderà con un breve laboratorio pratico dedicato alla costruzione di teatri d’ombre in miniatura. Appuntamenti sabato 19 e domenica 20 febbraio e sabato 9 e domenica 10 aprile 2022, sempre alle ore 15.30.

Per la Rassegna di teatro per le famiglie “A teatro con mamma e papà” 2021/2022 abbonamenti/carnet e biglietti sono in vendita da mercoledì 3 novembre. Riproposte le formule già collaudate: lo speciale carnet grazie al quale bambini e adulti possono assistere a quattro spettacoli a scelta della stagione (per facilitare la partecipazione del pubblico, particolari facilitazioni per chi acquista più di un carnet), le riduzioni sul costo di abbonamenti e biglietti quando sono due o più i bambini appartenenti allo stesso nucleo familiare, gli sconti per i nonni e le nonne che accompagnano i nipoti a teatro. Riduzioni per gli iscritti all’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita.

SALT’IN BANCO – La rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco” 2021/2022 si caratterizza per una programmazione che affianca agli spettacoli in teatro laboratori e progetti di formazione e informazione teatrale, oltre a due sezioni – frutto dell’esperienza del periodo di chiusura delle sale teatrali – che prevedono rispettivamente performance nelle scuole e proposte online e on demand. Un cartellone ancora una volta plurale nei linguaggi e nei contenuti e coraggiosa nella ricchezza del cartellone.
Teatro d’attore, narrazione, danza, musica, teatro di figura, visual comedy, teatro d’attore in lingua inglese, video e immagini accompagneranno nel lungo viaggio di “Salt’in Banco” un pubblico che va dai piccoli dei nidi d’infanzia fino agli studenti delle scuole superiori. Teatro Filodrammatici e Teatro Gioia sono le sedi principali degli spettacoli, mentre al Teatro Municipale ci sarà un evento speciale dedicato al Natale. Per facilitare il ritorno a teatro dei ragazzi e delle scuole in questa stagione è stata introdotta una riduzione sui biglietti a partire dal secondo spettacolo che viene visto dalla classe. Confermate le gratuità per situazioni particolari segnalate dall’insegnante o dalla scuola. Perché il ritorno a teatro deve essere un’opportunità davvero per tutti.

Gli spettacoli in programma nel 2021 sono per la maggior parte dedicati al pubblico delle scuole dell’infanzia e primarie. In novembre vedremo “Il più furbo” di Teatro Gioco Vita (17 e 18 novembre), “Il piccolo Re dei Fiori” coproduzione del Centro di produzione teatrale piacentino con il Balletto di Roma (22 e 23, al suo debutto a Piacenza), “Pescatori di Stelle” del Teatro del Buratto (29 novembre). In dicembre sarà la volta di Accademia Perduta/Romagna Teatri con “Pinocchio” (6 dicembre), del Tib Teatro con “La storia di Pierino e il lupo” (giovedì 9) e di Giallo Mare Minimal Teatro e I Sacchi di Sabbia con “Buono come il lupo” (lunedì 13). Si chiude l’anno teatrale per le scuole al Teatro Municipale con il concerto “Natale… in musica e parole”, evento speciale nato dalla collaborazione tra Conservatorio Nicolini e Teatro Gioco Vita. Appuntamento per le scuole primarie e secondarie di 1° grado il 22 e 23 dicembre.

Tra le compagnie ospiti nel 2022 vedremo La Piccionaia con gli spettacoli “Favole al telefono” (24 gennaio) e “Comincia a correre” (12 e 13 aprile), entrambi consigliati alle scuole primarie. Una lunga permanenza a Piacenza sarà anche quella di Giorgio Scaramuzzino con il Teatro Evento e di Carlo Rossi. Scaramuzzino presenterà quattro suoi spettacoli di teatro civile pensato per il pubblico dei ragazzi e dei giovani. “Razza di Italiani!”, realizzato con la consulenza storica di Matteo Corradini (2 e 3 febbraio dedicato al Giorno della Memoria 2022, per le secondarie di 1° grado e superiori); “(Non) Voglio andare a scuola” (1 e 4 febbraio, per i ragazzi a partire dagli 8 anni); “Dentro gli spari” – una storia di mafia (14 e 15 marzo in collaborazione con Libera di Piacenza, per tutto il pubblico dai 10 anni); “Ma che bella differenza!” (16 marzo, per i ragazzi dai 7 anni). Carlo Rossi riproporrà a Piacenza, a grande richiesta, i suoi tre spettacoli in lingua inglese: “Snow Play” (1 marzo, pubblico da 7 a 15 anni); “Lost in translation (How to learn English in 59 minutes)” (2 e 3 marzo, per i ragazzi dai 9 ai 16 anni); “Robinson and Friday” (4 marzo, per le scuole secondarie di 1° grado e superiori”.

Per i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie tra le proposte delle compagnie ospiti nel 2022 vedremo “Al Signor Rodari” de L’Asina sull’Isola (14 febbraio), “Il sogno di Tartaruga – una fiaba africana” de Il Baule Volante (7 e 8 marzo), “Ouverture des saponettes” di Michele Cafaggi (dal 4 al 7 aprile) e “Valentina Vuole” del Progetto G.G. con Accademia Perduta/Romagna Teatri (27 e 28 aprile). Oltre alle produzioni di Teatro Gioco Vita “Sonia e Alfredo” (31 gennaio) al suo debutto piacentino e “Il cielo degli orsi” (28 febbraio). Il Centro di produzione teatrale piacentino propone anche due creazioni nate da importanti collaborazioni: “Canto la storia dell’astuto Ulisse” coproduzione con il Piccolo Teatro di Milano e Compagnia del Sole (17 e 18 gennaio, pubblico dagli 8 ai 15 anni) e “Annibale – Memorie di un elefante” realizzato con la Fondazione di Piacenza e Vigevano (21 marzo, per i bambini dai 6 agli 11 anni). “Bambini all’Inferno” – Storie divine dell’altro mondo è un omaggio alla figura di Dante che Giallo Mare Minimal Teatro ha dedicato al settimo Centenario della morte del sommo poeta (in cartellone per tutto il pubblico il 29 e 30 marzo). In continuità con il progetto di sensibilizzazione contro il bullismo “Web Side Story”, la scelta di inserire nel cartellone di “Salt’in Banco” lo spettacolo “#Fragili” de La Baracca – Testoni Ragazzi (15 febbraio, per i ragazzi dagli 11 ai 16 anni).
Ritorna a Piacenza ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata con una novità: “Federico condottiero e la città ideale” (3 maggio, per le scuole primarie).

Un’altra novità è “Il Minotauro” di Roberto Anglisani e Maria Maglietta, produzione CSS Teatro stabile di innovazione del FVG (29 aprile e 2 maggio, per le scuole secondarie di 1° grado e superiori). Un ritorno a Piacenza invece è quello de I Sacchi di Sabbia, che nel giugno scorso con il loro “Andromaca” avevano riaperto il Teatro Filodrammatici alle scuole dopo i mesi del lockdown e della chiusura dei teatri. A grande richiesta da parte di alcuni insegnanti liceali ripropongono il divertente “Dialoghi degli Dei” da Luciano di Samosata (8 aprile, per le scuole superiori), spettacolo nato dall’incontro con Massimiliano Civica, collaborazione che ha poi portato alla realizzazione anche di “Andromaca”. Al Teatro Gioia vedremo gli spettacoli di Teatro Gioco Vita dedicati alla prima infanzia: “Circoluna” (17 e 18 marzo) e “Ranocchio” (dal 10 al 13 maggio), oltre alla creazione di Giacomo Occhi “Scoppiati” realizzata in collaborazione con il Centro di produzione teatrale piacentino e dedicata a un pubblico a partire dai 6 anni 21 e 22 febbraio). Alle scuole primarie, secondarie di primo grado e superiori è proposto da Teatro Gioco Vita anche un percorso animato nello Spazio Luzzati con laboratorio finale (date da concordare con le classi interessate).

“Salt’in Banco”, com’è consuetudine, non si limita al cartellone di spettacoli. I percorsi educational, che fanno capo al progetto “InFormazione Teatrale”, sono proposti in collaborazione con l’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano. Teatro Gioco Vita ha creato due filoni di proposte laboratoriali, denominati rispettivamente “ombre” e “generazioni”. I laboratori di teatro d’ombre sono proposti per tutte le fasce di età e vedono il coordinamento artistico di Nicoletta Garioni: “Tutti i colori dell’ombra”, “Se l’ombra gioca a nascondino” e “Te lo si legge in faccia” per le scuole dell’infanzia e le primarie; “Pina e i suoi amici vanno a scuola”, “Seguendo l’ombra di un piccolo Re” e “Cose…Ombre… Forme” per le scuole dell’infanzia; “Stran-Ombre” e “Cosa… mi racconti?” per le primarie; “L’anima delle cose” per le secondarie di 1° grado e superiori. Agli insegnanti delle scuole dell’infanzia e primarie è proposto il percorso di formazione “Giochi d’ombre” che si terrà all’Officina delle Ombre. I laboratori della sezione “generazioni”, con il coordinamento artistico di Nicola Cavallari, vedono progetti curati da diversi artisti: Beatrice Baruffini, Andrea Coppone e Michele Zaccaria.

La new entry Beatrice Baruffini cura i percorsi “Le cose ci raccontano” e “Mi passi la scuola? Ti passo la scuola” per le scuole dell’infanzia e primarie; “Dialoghi dell’infanzia” per le primarie; “Istantanea” per le primarie, secondarie di 1° grado e superiori; “Big Bangs” per le scuole superiori. Ad Andrea Coppone, attore di Teatro Gioco Vita, fanno capo i progetti per i ragazzi delle superiori “I miti oggi: Medea/Prometeo/Narciso”, “Commedia dell’arte Lab” e “Re(l)azione”. A Nicola Cavallari e Michele Zaccaria, nuovo collaboratore del Centro di produzione teatrale piacentino, “A teatro, ragazzi!” per le primarie, “Tutti sul palco!” per le primarie e le secondarie di 1° grado, oltre ai laboratori di teatro per le superiori. Una novità è quella dei laboratori in lingua inglese per gli studenti delle scuole superiori, curati da Laura Pasetti, attrice e regista direttrice del Charioteer Theatre di Forres in Scozia: “One to one” e “Eco-Shakespeare”, che la Pasetti definisce “EcoTheatre experiences”.

Tra gli altri progetti proposti alle scuole, ricordiamo: “Conoscere il teatro”, incontri di introduzione ai linguaggi della scena (articolati in tre sezioni: “Il gioco del teatro” per le scuole primarie e secondarie di primo grado, “Scoprire il teatro”, secondo livello per le scuole primarie e secondarie di primo grado e “L’arte del teatro” per le scuole superiori); “Tutti a teatro”, incontri di presentazione sui contenuti della Stagione di Prosa (scuole superiori); “Teatrando”, incontri propedeutici o di approfondimento sugli spettacoli della Rassegna di Teatro Scuola “Salt’in Banco” (per le scuole primarie e secondarie di 1° grado). Altri progetti sono legati a spettacoli presenti in cartellone: “Nella lingua di Shakespeare”, un percorso tra spettacoli in lingua inglese e incontri collegato all’ospitalità delle produzioni di Carlo Rossi; “Con Libera contro le mafie” in collaborazione con Libera Piacenza, progetto avviato durante il Festival “L’altra scena” in occasione dello spettacolo “Casa Nostra” e che prosegue nella rassegna “Salt’in Banco” per le scuole secondarie di 1° grado e superiori in collegamento a “Dentro gli spari” – Una storia di mafia, conferenza/spettacolo di Giorgio Scaramuzzino. Con le scuole superiori Teatro Gioco Vita è inoltre disponibile a concordare progetti per PTCO Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento.

Anche nel 2021/2022, per integrare il cartellone di spettacoli e attività educational, “Salt’in Banco” offre un programma on line e on demand e un programma di proposte da realizzare a scuola. On line abbiamo per le scuole dell’infanzia e primarie i giochi teatrali di Teatro Gioco Vita “Giochiamo con… Circoluna”, “Giochiamo con… Il più furbo”, “Giochiamo con… Moun” e “Giochiamo con… Piccolo Asmodeo”, oltre alla lezione interattiva “Annibale – Memorie di un elefante… on line”, al laboratorio teatrale “La scatola delle figure” e alle video-letture “Fiabe al video-telefono”. On demand sarà disponibile da marzo 2022 il film in lingua inglese “Robinson and Friday – The movie” di Carlo Rossi, che può essere proposto in alternativa alla visione dello spettacolo ma anche a completamento dell’esperienza in teatro. Nelle sedi scolastiche possono essere proposte le letture animate di Teatro Gioco Vita “Racconti a scuola” (per le scuole dell’infanzia), “Ulisse” e “Foresta, radice, labirinto” (per le scuole primarie) e la performance del gruppo teatrale InOmbra “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” (per i bambini dagli 8 ai 10 anni).

Per tutte le attività di “Salt’in banco” la prenotazione è obbligatoria e deve pervenire all’Ufficio Scuola di Teatro Gioco Vita, telefono 0523.315578 – fax 0523.338428; scuola@teatrogiocovita.it. Le prenotazioni per gli spettacoli stanno pervenendo, nonostante le difficoltà di una ripresa delle attività dopo la lunga chiusura: alcune date risultano già esaurite e per alcuni spettacoli sono state inserite in calendario recite aggiuntive rispetto a quelle comunicate alle scuole a settembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.