Quantcast

A Trieste il Fiorenzuola si arrende nel finale (1-0)

Più informazioni su

TRIESTINA – FIORENZUOLA 1-0 (FINALE) De Luca all’83’

Seconda sconfitta consecutiva per il Fiorenzuola che torna a mani vuote dalla trasferta di Trieste. I ragazzi di Tabbiani erano riusciti a contenere gli attacchi degli alabardati per quasi tutto il match, fino all’83’ quando De Luca da un’azione partita da un calcio piazzato ha trovato lo spunto vincente. Peccato perchè i rossoneri non avevano corso rischi particolari fino al gol avversario.

La partita era infatti rimasta bloccata tatticamente con il gioco prevalentemente concentrato a centrocampo. Ora il Fiorenzuola deve cercare punti in casa della Pregolettese nel prossimo turno.

IL COMMENTO di Luigi CariniNel tentativo di fare punti (anche uno sarebbe stato prezioso) il Fiorenzuola applica uno schieramento che avrebbe fatto piacere a colui che ha dato nome allo stadio triestino, ovvero a quel Nereo famoso per la capacità difensive delle sue squadre (Padova nella storia). Lo fa davvero bene per 83’ durante i quali concede davvero poco ai quotati avversari giocando una partita gagliarda, generosa ed anche tatticamente valida in quanto i ragazzi di Tabbiani sono davvero bravi e tempestivi nel chiudere gli spazi ai locali non rinunciando a proporsi in veloci azioni di rimessa, esercizio, però, che manca di lucidità e precisione specie nel passaggio decisivo.
Nonostante la sconfitta, i valdardesi hanno giocato un’ottima gara confermando meriti e limiti già conosciuti. Tabbiani comprensibilmente tiene il baricentro del gioco piuttosto basso e le punte sono così sacrificate; d’altronde anche in questo caso vale la storia della coperta corta.
Confortano, invece, la grande determinazione e condizione atletica della squadra; nei duelli i valdardesi escono quasi sempre vincenti; i problemi nascono quando devono definire azioni offensive per la mancanza di centrocampisti in grado di fare adeguatamente le due fasi. In definitiva al Fiorenzuola manca un po’ di fortuna ed un paio d’acquisti per essere competitiva a certi livelli. Per ora, come previsto, c’è da soffrire.

LE DICHIARAZIONI DI TABBIANI DOPO LA PARTITA

LA CRONACA

Finale al “Rocco” di Trieste, Fiorenzuola sconfitto nel finale.

Padroni di casa in vantaggio all’83’ con De Luca che la mette sugli sviluppi di una punizione in area di rigore.

Rientrate le squadre, iniziata la ripresa a Trieste.

Finale di tempo senza reti tra Triestina e Fiorenzuola.

Match iniziato al “Rocco”

Trasferta difficile per il Fiorenzuola che alle 14,30 è impegnato sul rettangolo del “Nereo Rocco” contro la Triestina nella nona giornata di serie C del girone A.

Un ritorno per mister Tabbiani che ha militato da giocatore nelle fila degli alabardati: la formazione biancorossa di Bucchi è determinata a portare a casa il bottino pieno per rimpinguare una classifica al di sotto delle aspettattive. Un solo punto separa infatti i padroni di casa (a quota nove) dai rossoneri. Nelle dichiarazioni pre partita Tabbiani si è detto soddisfatto dell’intensità degli allenamenti disputati in settimana dai suoi giocatori ed è ritornato sul “black out” nel secondo tempo durante la partita di Trento costato la sconfitta. “E’ stata più una mancanza nostra dobbiamo cercare di venirne a campo, accettando di soffrire e che gli altri ci mettano in difficoltà, è una questione di crescita e di esperienza. Dobbiamo migliorare in fretta”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.