Quantcast

“Un Po di Emilia”, al via il progetto di promozione con i commercianti di Sarmato

Calcio d’inizio per il progetto Un Po di Emilia, che coinvolge i tre Comuni Sarmato, Castel San Giovanni e Calendasco e affonda le sue radici nella Legge Regionale 41 dell’Emilia Romagna. L’obiettivo del progetto è quello di rivitalizzare il commercio nei negozi dei borghi coinvolti attraverso l’utilizzo di una comunicazione innovativa e la predisposizione di campagne di comunicazione e marketing, che supportino le attività commerciali.

Nella serata di mercoledì 22 settembre i commercianti di Sarmato, piccolo ma attivissimo paese ai confini della Val Tidone, sono stati convocati per la presentazione di Un Po di Emilia alla presenza della Sindaca Claudia Ferrari e delle Digital Strategist Roberta Abbatangelo e Ambra Visconti di PROMO PA Fondazione hanno illustrato il progetto. L’iniziativa è stata accolta con grande partecipazione dai commercianti che hanno avanzato alcune interessanti proposte. Da sempre infatti, e oggi più che mai, l’impegno, le idee e il coraggio del mondo del commercio sono i valori che hanno fatto ripartire l’economia anche dopo momenti di difficoltà e problematicità. L’obiettivo del progetto è quello di far riscoprire ai cittadini del territorio e dei comuni limitrofi, i negozi dei due paesi con occhi diversi, fornire informazioni utili, consigli, spunti e soprattutto puntare sulle potenzialità talvolta inespresse che le piccole realtà possiedono, fatte di tradizione, sostenibilità e grande qualità.

Il perno della comunicazione saranno i social network, ovvero la pagina Facebook e Instagram, che sono già stati aperti e si possono trovare online come Un Po di Emilia. Il team che avrà il compito di gestire il progetto è composto dalle Amministrazioni comunali di Sarmato, Calendasco e Castel San Giovanni, dalle Associazioni di Categoria Confcommercio Piacenza e Confesercenti Piacenza e dalla Fondazione Promo PA, che si occuperà della governance e dell’attività di comunicazione e marketing.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.