Quantcast

“Un tavolo per diritto al lavoro delle persone disabili, sono una risorsa”

“Non dobbiamo più pensare al mondo della disabilità come ad una nicchia legislativa: abbiamo milioni di persone alla quale deve essere data una risposta e il mondo del lavoro è una delle parti sulle quali occorrerà lavorare maggiormente”. Parole del Ministro per le Disabilità Erika Stefani, a Piacenza lunedì pomeriggio ospite del convegno a Palazzo Gotico “Verso la legge quadro sulla disabilità. Eguali tra diseguali?”.

“Il collocamento mirato ad oggi fondamentalmente non funziona, domanda e offerta non si incrociano – ha sottolineato Stefani -. Con il Ministro Orlando ho chiesto un tavolo con l’obiettivo di esaminare e valutare la normativa esistente per capire come pensarla e rivederla, anche come stimolo alle imprese affinché si rendano conto che le persone con disabilità non sono un peso, ma una risorsa”. “Il tema delle disabilità – ha aggiunto – ha grandissime complessità, deve mettere in raccordo vari protagonisti, dalle istituzioni al terzo settore, alle famiglie: questo raccordo non è facile, con la legge delega prevista come riforma all’interno del Pnrr intendiamo creare un contenitore formale all’interno del quale si misurino non solo le varie componente, ma che permetta anche di fare una valutazione multidimensionale sulla persona, in modo che possa condividere e progettare la propria vita”. Stefani ha sottolineato la necessità di “rivedere completamente i nostri sistemi: se abbattiamo una barriera architettonica per una persona con disabilità, questo va a beneficio anche delle madri con il passeggino, degli anziani, di chi magari ha avuto un infortunio accidentale. Questa è l’apertura: fare sì che tutti in Italia abbiano una opportunità”.

Per noi è un appuntamento molto importante con al centro una legge che riguarderà milioni di persone, la loro vita concreta e reale – spiega Nicole Tribi, presidente della sezione piacentina dell’Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia che ha organizzato il convegno insieme Associazione Italiana dei Giovani Avvocati. L’evento vede la collaborazione del Tribunale di Piacenza e del Comune di Piacenza e il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Piacenza, Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Piacenza, Azienda USL di Piacenza, Ordine delle Professioni Infermieristiche di Piacenza e del Comitato Italiano Paralimpico. Un convegno interdisciplinare che ha voluto affrontare il tema della disabilità, rispetto al quale la situazione sanitaria ed economica in essere a causa del Covid-19 ha impattato in misura rilevante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.