Quantcast

“Una stradina di campagna diventata una tangenziale, intervenire prima che ci scappi il morto”

“Una stradina di campagna è diventata una sorta di tangenziale: le auto passano a tutta velocità, la circolazione, soprattutto nelle ore di punta, è difficoltosa e negli ultimi mesi ci sono già stati diversi incidenti”.

La denuncia arriva da Stefano Balderacchi, portavoce di un gruppo di famiglie che vive in un residence lungo via Fornari, uno stretto collegamento alle porte di Piacenza tra Statale 45 – all’altezza del bivio per Pittolo – e la strada statale della Valnure, nei pressi di San Bonico. “La strada in certi orari era già piuttosto trafficata, poiché usata come “scorciatoia” dalle auto che, provenienti dalla Val Trebbia e dirette in città, vogliono evitare eventuali ingorghi a La Verza – spiega l’uomo -. Da qualche mese, però, il vero problema è la nuova rotonda realizzata all’imbocco della nostra via in prossimità del bivio per Pittolo. In questo modo si è reso più sicuro quel tratto di Statale 45, però – dopo alcuni metri in cui via Fornari è stata giustamente allargata – nella nostra stradina si è creato una sorta di “collo di bottiglia”. La carreggiata, infatti, si restringe immediatamente e, considerato che ai bordi ci sono anche dei canali di irrigazione piuttosto profondi, diventa quasi impossibile non fermarsi per evitare di scontrarsi con i veicoli provenienti dalla direzione opposta”.

“Avendo io avuto la possibilità di visionare i progetti della rotonda, sapevo già che questo problema di “intasamento” si sarebbe verificato: a questo punto l’unica soluzione ci sembra quella di allargare tutta via Fornari, con l’installazione anche di dossi per ridurre la velocità delle auto che la percorrono. Lo abbiamo fatto presente a vigili e carabinieri, che si sono limitati a prenderne atto. Adesso è fondamentale intervenire, magari prima che – come spesso avviene in Italia – ci scappi il morto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.