Quantcast

Addio Domenico Francesconi, sindaco di Borgonovo dal 2001 al 2011

Addio Domenico Francesconi, sindaco di Borgonovo dal 2001 al 2011. Francesconi, 72 anni, è mancato nella serata del 17 novembre nella sua abitazione.

Vasto e sincero cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Domenico Francesconi, già sindaco del Comune di Borgonovo Val Tidone per due mandati consecutivi, dal 2001 al 2011. Aveva compiuto 72 anni, biologo in pensione, sposato, tre figli, due adorati nipoti. Era stato anche presidente dell’Asp Azalea e allenatore di calcio giovanile.

Così lo ricorda Enrico Aimi, coordinatore regionale di Forza Italia Emilia Romagna: “Nei due mandati aveva guidato, con grande equilibrio, un amministrazione di centrodestra coesa ed efficiente che ha rappresentato una stagione assai propositiva di cui piace ricordare le realizzazioni urbanistiche, i collegamenti e più in generale il miglioramento della qualità della vita. Non possiamo non ricordare anche la recente improvvisa scomparsa del fratello Luigi, a lungo militante politico prima della Democrazia Cristiana e poi di Forza Italia, per la quale è stato consigliere regionale: la stessa militanza scudocrociata fu quella di Domenico, che era molto stimato e amato dalla gente. Di lui i suoi collaboratori ricordano, in particolare, il forte amore per la politica, l’impegno umano, gli alti valori di riferimento, il rispetto per le istituzioni e per gli avversari politici. Anche Forza Italia lista a lutto la propria bandiera e rivolge i sentimenti del proprio unanime cordoglio alla famiglia e a tutta la comunità di Borgonovo Val Tidone per questo lutto di un intera comunità.”

Ecco il ricordo del parlamentare di FdI, Tommaso Foti. “Uomo libero, carattere forte, cuore d’oro. La sua elezione a sindaco di Borgonovo rappresentò la prima di una lunga serie di vittorie che portarono il centrodestra ad affermarsi in quella Valtidone che da anni, alle elezioni amministrative, votava per il centro-sinistra – scrive Foti su Facebook -. E’ sempre stato il sindaco di tutti, anche di coloro che non abitavano a Borgonovo ma che a Lui si rivolgevano anche solo per un consiglio. Per nulla amante dei riti della politica, guardava ai fatti e alla concretezza”.

Il cordoglio di Patrizia Barbieri – Anche il presidente della Provincia e sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, si associa al vasto cordoglio suscitato dalla scomparsa di Domenico Francesconi. “Esprimo il mio profondo cordoglio per la scomparsa di Domenico Francesconi, amministratore tenace e determinato ma soprattutto amico che ricordo come uomo animato da sincera passione per l’impegno civile a favore della comunità”. “A nome di tutta l’Amministrazione provinciale e comunale – continua Patrizia Barbieri – rivolgo le più sentite condoglianze alla famiglia e mi stringo agli amici e a tutti quanti lo hanno sinceramente apprezzato per la sua umanità, per la sua competenza professionale e per il lungo e importante percorso amministrativo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.