Quantcast

Demanio, conto “salato” al Comune: 587mila euro per l’occupazione dei beni dismessi

Il bene in oggetto non rientra più nel patrimonio disponibile dello Stato a seguito del trasferimento a Codesto Comune, questa Direzione Regionale deve pertanto procedere con la riscossione delle indennità dovute, per l’occupazione senza titolo, per l’utilizzo del terreno o dell’immobile indicato“. E’ questa la formula che l’Agenzia del Demanio ha comunicato all’amministrazione comunale di Piacenza per riscuotere le indennità dovute per l’occupazione di undici proprietà. Si tratta di beni dello Stato, terreni o edifici, che il Comune aveva utilizzato fino al cambio di titolarità, dal Demanio al Comune stesso, attraverso le norme del federalismo demaniale. Il conto complessivo è assai “salato”: dalle casse comunali dovranno essere trasferiti a quelle del Demanio ben 587mila 433,42 euro. L’effetto economico-finanziario è quanto meno singolare, visto che è il Comune che paga lo Stato.

In sostanza i beni in questione, comprese strade o aree (vedi elenco sotto), per varie ragioni nel corso degli anni sono stati utilizzati dal Comune senza che il diretto proprietario (il Demanio) abbia mai chiesto un corrispettivo economico. Ma visto che sono stati dismessi e trasferiti in maniera definitiva dall’Agenzia del Demanio al Comune di Piacenza, l’Agenzia del Demanio ha avviato la procedura di riscossione delle indennità dovute per la loro occupazione. Ci sono i beni più diversi tra quelli che il Comune deve indennizzare al Demanio per averli occupati: si va dalla sede del circolo “Nontiscordardime” di via Corneliana, a terreni già occupati da binari o aree dove sono state realizzate strade.

Ecco l’elenco dei beni con i rispettivi indennizzi in euro: 

Ex gruppo rionale Alessandro Casali, barriera Torino 11mila 764,80

Terreno a destra del torrente Rifiuto Strada statale 45 Galleana – Trebbia 20mila 623,02

Aree facenti parte binario militare di raccordo ex Arsenale Esercito 11mila 650,01

Centro sociale Quartiere Corneliana adibito a circolo privato 90mila 049,85

Terreno a sinistra del colatore Fodesta, tra via Nino Bixio e via XXI Aprile 4mila 744,27

Tratto ex colatore Riazza di Podenzano e l’ex colatore rifiuto Belvedere 14mila 394,97

Terreno ex raccordo ferroviario Farnesiana – Via Boselli 1498,18

Terreno ex sedime del binario militare della Galleana tra via nuova Boselli e via San Giuseppe 2mila 715,72

Terreno ex sedime del binario militare della Galleana fregio via Manfredi, 1349,39

Tratto ex sedime del binario militare raccordo ferroviario della Galleana “Villaggio Duemila” 33mila 626,12

Tratto ex sedime del binario militare raccordo ferroviario della Galleana via Boselli 34mila 647,51

Tratto d’alveo ex colatore Rifiuto 27mila,656,99

Ex deposito delle munizioni della Galleana 8mila 571,67

Tratto d’alveo abbandonato ex colatore Rifiuto della Galleana 5mila 534,11

Tratto d’alveo colatore stradazza detto Riazza Piacenza 20mila 813,39

Reliquato dell’ex proiettificio militare ex Pertite via Emilia Pavese 3mila 376,65

Tratto d’alveo ex colatore Rifiuto 19mila 957,61

Area sedime del binario militare raccordo ferroviario tra arsenale e stazione ferroviaria 91mila 320,65

Ex alveo abbandonato rio Riello Peep Farnesiana 8mila 726,15

Tratto alveo del colatore Fodesta, periferia nord ovest della città 20mila 275,27

Reliquato dell’ex torrente Rifiuto ora strada comunale via Manfredi-Galleana 1553,58

Ex alveo colatore Riello via Caorsana 8mila 882,74

Porzioni di aree di sedime dell’ex raccordo ferroviario tra l’ex laboratorio caricamenti Proietti (via IV Novembre, via XXIV Maggio) 140mila 830.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.