Quantcast

Dopo Padova (ed Andria) ecco il Piacenza che non t’aspetti. Ma la difesa è da registrare

Più informazioni su

E’ squadra veramente indecifrabile questo Piacenza. Ogni volta che lo vedi in difficoltà trova risorse per reagire ed uscirne alla grande. Ogni volta che dà illusione di aver imbroccata la strada maestra accusa improvvisi cali, come se si spegnesse la luce. Così le sue partite ed il suo campionato è fatto di alti e bassi.
 Dopo Padova (ed Andria) ecco il Piacenza che non t’aspetti; specie dopo i minuti iniziali, in cui la difesa conferma il momento poco brillante e si lascia sorprendere. La reazione dei biancorossi è però immediata e convincente; non solo dal lato caratteriale, ma anche da quello tecnico grazie all’intelligente movimento delle due punte Rabbi e Reaicevic, con il supporto della terza, Gonzi, che aprono spazi interessanti e sanno farsi trovare pronti sia nella manovra che nelle conclusioni.

Lo spunto di Gonzi, per la consueta rete dell’ex, e la punizione di Rabbi sono autentiche prodezze che non restano, però, isolate, e la stranezza maggiore è che quello che sembrava un tempo il reparto più debole (l’attacco) oggi sia diventato il punto di forza. Gonzi fornisce sempre un notevole contributo, sia in fase di copertura che di controffensiva. Rabbi, dal canto suo, è in una fase di crescita costante con spunti di tecnica superiore. Raicevic si è sostituito a Cesarini nella regia d’attacco. Quel che più conforta è la sua crescita che ha ancora larghi margini di miglioramento.
 Al di là del risultato, peraltro importante in quanto consente alla squadra di restare in zona play off, la squadra è piaciuta per disciplina tattica, la freschezza atletica ed alcuni equilibri nella zona centrale del campo che hanno saputo contrastare l’offensiva dei locali, mantenendosi sempre pronti a colpire.
 Se il problema Cesarini sembra trovare le soluzioni opportune, ora occorre registrare i movimenti della difesa non sempre tempestivi ed in sintonia.

Luigi Carini

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.