Quantcast

“Le donne che pensano sono pericolose” Doppio appuntamento all’auditorium della Fondazione

Continua presso l’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano il ciclo di appuntamenti “Le donne che pensano sono pericolose”.

Mercoledì 1 dicembre (ore 18) si terrà l’evento dedicato alle donne nell’arte dal titolo  “Il dovere di un’artista: Käthe Kollwitz”. “È mio dovere dare voce alle sofferenze delle persone, alle sofferenze che non finiscono mai e sono grandi come le montagne”. Käthe Kollwitz ha fatto dell’arte un mezzo di denuncia, di testimonianza. L’incisione, così espressiva e diretta, è stata il suo modo per dare voce agli ultimi, alla povertà, alla disperazione: eccolo, il suo dovere d’artista.

Giovedì 2 dicembre, nuovo appuntamento sempre alle 18 dal titolo “Hedy Lamarr: tutta un’altra storia”. Quando un giornalista, nel 1946, chiese ad Hedy Lamarr con un pizzico di malizia per quale ragione non ci fossero le sue impronte davanti al Teatro Cinese di Los Angeles, su quell’Hollywood Boulevard che reca le orme delle celebrità dello spettacolo, lei rispose laconica: “Vengo calpestata abbastanza anche senza stare sul marciapiede”. Un’altra sua frase celebre è “Non è difficile diventare una grande ammaliatrice: basta restare immobile e recitare la parte dell’oca”.

Ad entrambi gli appuntamenti è obbligatorio l’ingresso con Green Pass

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.