Quantcast

“Numero anti-violenze “1522” su tutti gli scontrini fiscali delle farmacie della regione”

“Il numero nazionale Antiviolenza e Antistalking 1522 e il numero del Centro di Coordinamento Antiviolenza dell’Emilia-Romagna siano stampati sugli scontrini fiscali di tutte le farmacie comunali e private della Regione Emilia-Romagna. Un’azione concreta che può portare le donne fuori dal tunnel del pericolo incombente e salvare loro vite”. Lo ha proposto Valentina Stragliati, consigliere regionale piacentina della Lega ER, all’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, che ha bocciato la richiesta. “Tale iniziativa, già avviata in altre Regioni italiane, è la testimonianza di come gli accordi servano a fare squadra su tematiche importanti e dare pragmatismo alle progettualità. È un peccato che la maggioranza non abbia accolto la nostra proposta alla luce dei dati regionali” ha aggiunto l’esponente del Carroccio.

“Nel 2020 sono state 4076 le donne che si sono rivolte ai Centri Antiviolenza dell’Emilia-Romagna, ma possiamo supporre che le donne maltrattate siano molte di più. Da un’indagine svolta dalla Commissione di inchiesta del Senato sul Femminicidio e la violenza di genere nel periodo 2017-2018 emerge che ben il 63% delle vittime non si è rivolta alle autorità o centri antiviolenza, né si è confidata con amici o parenti. Le istituzioni hanno il dovere di proporre soluzioni continue senza abbassare la guardia nei confronti di tali fenomeni, servendosi, laddove è possibile di collaborazioni con attività pubbliche o private. Spiace constatare che una piccola azione come questa non abbia ricevuto il benestare da parte della maggioranza: se la nostra proposta avesse potuto salvare da qualsiasi tipo di violenza anche solo una donna sarebbe valsa tutto il nostro impegno” – ha concluso Stragliati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.