Quantcast

Piacenza torna a sorridere. Biella non passa al PalaBakery finisce 71-67

Più informazioni su

La Bakery è chiamata alla prova del 9: una vittoria per tornare a respirare oppure una sconfitta che significherebbe emergenza. La sfida odierna con Biella rappresenta un crocevia importante poiché gli ospiti si trovano ancora a 0 punti e una vittoria per Piacenza significherebbe portare da 4 a 6 i punti di distacco contro una diretta rivale per la salvezza. Al di là delle mere questioni di classifica, vincere quest’oggi significherebbe anche riportare entusiasmo e fiducia a una squadra che ha dimostrato di potersela giocare con chiunque.

Steven Davis, Kenny Hasbrouck e Matteo Pollone sono sicuramente le bocche di fuoco ospiti che la difesa preparata da coach Campanella proverà ad ingabbiare; particolare attenzione anche a Luca Infante, giocatore di esperienza e in grado di alzare l’intensità sua e dei compagni nei momenti chiave del match. La Bakery schiera in quintetto Davide Bonacini, Nik Raivio, Jacopo Lucarelli, Daniel Donzelli ed Anthony Morse; gli ospiti rispondono con Antonio Jacopo Somero, Matteo Pollone, Kenny Hasbrouck, Steven Davis e Alessandro Morgillo.

Palla a due che premia Biella, brava a bucare la difesa biancorossa e a trovare i primi due punti del match; sul ribaltamento di fronte penetra e scarica di Raivio che trova libero Lucarelli dall’angolo il quale punisce dalla sua mattonella preferita. Si scaldano gli americani di Biella: fade away per Davis e tripla in transizione per Hasbrouck che portano gli ospiti sul punteggio di 3-7 trascorsi 2:27 di gioco. Il time out di coach Campanella porta gli effetti sperati e Morse trova i primi 2 punti della sua partita, dopo aver conquistato il suo classico rimbalzo offensivo di prepotenza. Pareggia i conti, dopo un 1/2 dalla lunetta di Davis, Donzelli da 3 mentre Morse, poco dopo, finalizza il primo sorpasso biancorosso: 10-8 alla metà esatta del quarto. Piacenza on fire: difesa a maglie strette e bomba in transizione di un ottimo Lucarelli che lancia i biancorossi sul 13-8. Altri due punti dalla media per Lucarelli e il marchio di fabbrica di Raivio – palleggio arresto e tiro da dentro l’area – lancia Piacenza sul 19-8 quando manca 1 minuto al termine del primo quarto. Il primo parziale si chiude 23-12, frutto di una buona dose di intensità offensiva e un’ottima organizzazione difensiva che ha lasciato poche soluzioni facili agli ospiti.

Il secondo quarto lo apre una tripla dall’angolo di Bertetti, ma il rientro in campo di Morse – uscito prematuramente per falli – si fa subito notare: rimbalzo offensivo e appoggio facile a canestro. Una serie di errori da ambo le parti fanno segnare, trascorsi 4 minuti di gioco, il punteggio di 26-19 per i padroni di casa. Si vedono finalmente due canestri a fila: alla tripla di Davis risponde una penetrazione di potenza del solito Raivio che impatta il punteggio sul 29-24, quando mancano 4:12 alla fine del quarto. Ennesimo rimbalzo offensivo di Morse – il quarto per lui – seguito da canestro e fallo subito: gran prova finora del lungo americano che in 12 minuti ha prodotto 11 punti e 7 rimbalzi, subendo anche 3 falli. Biella non si da per vinta e grazie all’ennesimo canestro di Davis e una tripla bruciante di Hasbrouck si riporta a -4, 37-33 quando manca 1:30. Bonacini capisce il potenziale momento di difficoltà e si prende la responsabilità di aumentare il distacco tra le compagini: ubriaca il difensore, segnando un pregevole canestro in allontanamento e trasforma successivamente 2 tiri liberi che valgono il +8 biancorosso. E’ ancora il playmaker Reggiano a punire dalla media distanza; con questo canestro si chiude il secondo quarto, sul punteggio di 43-33.

Prende il via il terzo parziale con due canestri da ambo i lati ma a far esplodere il pubblico di casa ci pensa la bomba dall’angolo di Bonacini: che partita per lui sinora – 13 punti e 4 falli subiti che gli valgono un ottimo 15 di valutazione. La tripla del letale Hasbrouck riporta i suoi sul -8, con il tabellone che segna 48-40 trascorsi 3:38 di gioco. Ancora la guardia americana, abile a liberarsi da oltre l’arco, buca la retina e riporta i suoi a -5; subito dopo Sacchettini commette il suo quarto fallo personale, costringendo coach Campanella all’immediato timeout per tamponare il momento negativo. Purtroppo gli effetti della sospensione non sono positivi poichè Davis punisce ancora dalla grande distanza: -2 Biella con 4 minuti da giocare.L’uomo della provvidenza è il cecchino Lucarelli, che realizza il suo undicesimo punto personale, da oltre l’arco dei 3 punti. Si accende anche il capitano Marco Perin, che realizza un bell’arresto e tiro dalla media distanza; +6 Piacenza quando il tabellone recita 2:21 al termine del parziale.Biella è brava a rosicchiare punti preziosi ai danni di Piacenza, fino al 58-55 che chiude il penultimo quarto di questo match.

Capitan Perin prende e spara da 3 punti – tripla a segno per lui e + 6 Piacenza in questo avvio del quarto e decisivo parziale di gioco. La quinta tripla di Hasbrouck coincide purtroppo con l’uscita dal campo, e dalla battaglia, per Lucarelli, a causa di una distorsione alla caviglia.Seconda doppia cifra consecutiva per un rinato Donzelli, grazie a una penetrazione di potenza che gli permette di appoggiare delicatamente al ferro 2 comodi punti.Si prende ancora la squadra sulle spalle Davide Bonacini che mette a segno la seconda tripla della sua partita che gli vale il 18esimo punto personale. Momento delicato della partita – punteggio sul 68-62 per i padroni di casa – che però si vedono privati del loro faro Anthony Morse, uscito per falli. Momenti concitati durante l’ultimo minuto di gioco: tripla di Davis che riporta i suoi a -1 ma sul ribaltamento di fronte la palla rocambola fino nelle mani di Raivio che tutto solo sotto canestro segna e subisce il fallo – trasformando anche il libero aggiuntivo. Il tabellone recita 71-67, quando mancano 54 secondi al termine della contesa; il punteggio rimane questo sino al fischio finale, Piacenza è brava a non far più segnare Biella, complice una stoppata di Lucarelli su Hasbrouck e si gode una meritata vittoria che smuove finalmente la classifica.

Appuntamento a domenica prossima, in quel di Capo d’Orlando, ore 12:00 dove la Bakery potrà sicuramente confermare quanto di buono visto quest’oggi.

BAKERY PIACENZA: Morse 11, Perin 5, Donzelli 10, Chinellato ne, Bonacini 18, Sacchettini 2, Czumbel, Carone ne, El Agbani ne, Raivio 13, Lucarelli 12.

Allenatore: Federico Campanella

EDILNOL BIELLA: Soviero 5, Bertetti 3, Infante, Porfilio 4, Bianchi 2, Vincini 9, Pollone 4, Morgillo 2, Hasbrouck 15, Davis 23.

Allenatore: Andrea Zanchi

Parziali: 23-12, 43-33, 58-55, 71-67.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.