Quantcast

Variazione, 750mila euro per il passivo Asp. Pd: “Tagli intollerabili al sostegno scolastico”

Seduta dedicata all’ultima variazione al bilancio di previsione 2021-2023 in consiglio comunale con la relazione dell’assessore al Bilancio Paolo Passoni. L’assessore ha chiarito che si tratta dell’ultima manovra sui conti pubblici prima della fine del 2021, elencando alcune delle voci finanziarie più significative.

LA DIRETTA DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PIACENZA

Certamente l’intervento economico più ingente riguarda le risorse accantonate, 750mila euro, nel fondo passività potenziali per far fronte al disavanzo di bilancio di una partecipata pesante del Comune di Piacenza, l’Asp “Città di Piacenza”. “Secondo il bilancio previsionale 2021 – ha spiegato Passoni – dell’Asp nell’anno in corso la perdita d’esercizio raggiungerà i 790mila euro a causa delle sensibili limitazioni delle attività legate al Covid”. Questo risultato si discosta alquanto dalla perdita prevista che si aggirava sui 300mila euro. Passoni ha spiegato che “il passivo della partecipata dovrebbe ridursi a 184mila euro nel 2022, per raggiungere il pareggio nel 2023”. Tra le spese aggiuntive per le casse comunali contenute nella variazione elencate dall’assessore spiccano i 200mila euro per pagare le bollette elettriche, incremento imputabile al rincaro dell’energia.

Ci sono poi 40mila di ulteriore contributo per la Galleria Ricci Oddi, mentre è stato precisato che lo stanziamento della Regione Emilia Romagna legato al Progetto Klimt è stato spostato al 2022. Passoni ha annunciato nel 2022 il potenziamento per 30mila euro del trasporto pubblico locale con una nuova linea bus che collegherà in orario pomeridiano dopo le 16 le società canottieri Nino Bixio e Vittorino da Feltre con il centro e la stazione ferroviaria. Risorse ingenti, 590mila euro su più anni, saranno investite per far decollare il progetto “Bike to work” con un contributo regionale da oltre 400mila euro: si tratta di interventi per favorire la mobilità ciclabile e pedonale in città, attraverso nuova segnaletica e introduzione di zone 30. Tra le spese previste ci sono quelle per la riqualificazione del polo bibliotecario di viale Dante (763mila euro) e un’integrazione significativa da 350mila euro della spesa per la realizzazione del polo per l’infanzia di Borgotrebbia: “Sono risorse aggiuntive destinate alla riqualificazione delle aree esterne alla scuola – ha precisato l’assessore – e per l’introduzione della tecnologia domotica”. Passoni ha poi spiegato che il finanziamento del terzo lotto di interventi per la sistemazione della copertura di Palazzo Farnese sarà candidato ad intercettare i fondi del Pnrr. Infine da annotare nella manovra un lascito ereditario da 40mila euro per il canile.

Molto critico dai banchi dell’opposizione il capogruppo del Partito Democratico Stefano Cugini, che ha denunciato il taglio dei fondi destinati all’assistenza dei disabili a scuola: “Così mancheranno al sostegno scolastico 4mila e 500 ore a fronte di un 40 % di utenti in più”. “Occorrerà allora mettere una toppa – ha affermato – rispetto al bando sull’integrazione scolastica, per non penalizzare i ragazzi e le loro famiglie, anche e insegnanti, le risorse stanziate sono 888mila euro contro un milione e 24mila degli anni passati. Ma per garantire il servizio a tutti gli studenti disabili ne servirebbero un milione e 400, quell del taglio è una scelta politica inaccettabile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.