Quantcast

Ecco le Stelle al Merito del Lavoro “Etica ed onestà sono valori guida”

Sono state consegnate nel Salone delle Armi del Palazzo del Governo le Stelle al Merito del Lavoro ai lavoratori insigniti negli anni 2020 e 2021 residenti nella provincia di Piacenza. Sette i riconoscimenti (cinque per il 2020 e due per il 2021) concessi durante la cerimonia presieduta dal Prefetto Daniela Lupo, affiancata dal Console Provinciale dei Maestri del Lavoro di Piacenza Emilio Marani. I premiati sono Emanuela Borreri, Maria Delmonte, Luigi Ferri, Ernesto Jordini, Daniele Maiavacca, Domenico Mazzocchi e Fabio Zucconi.

Le Stelle sono conferite con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro per il Lavoro ai lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private, anche se soci di imprese cooperative, nonché da aziende o stabilimenti dello Stato, delle Regioni, delle Province, dei Comuni e degli Enti pubblici, che si siano particolarmente distinti per singolari meriti di perizia, di laboriosità e di buona condotta morale e che abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di venticinque anni alle dipendenze di una o più aziende, purché il passaggio da un’azienda all’altra non sia stato causato da demeriti personali.

Il prefetto Daniela Lupo ha sottolineato il valore del premio nel particolare contesto dell’emergenza pandemica: “Questo riconoscimento – le sue parole – premia il vostro impegno nella crescita di tutta la comunità, la condizione di pandemia non significa far venire meno a controlli sul lavoro per garantire legalità, anzi in questa fase è stato dato un forte impulso dato alla sicurezza sul lavoro per contrastare gli infortuni e le malattie professionali, così come le forme di illegalità e di sfruttamento”. Il prefetto ha ricordato poi l’impegno assunto con i protocolli sottoscritti per tutelare il lavoro.

Nel suo intervento il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri ha sottolineato: “Questo è un riconoscimento a chi è stato un esempio per i colleghi e per i giovani. Ringraziamo allora i Maestri del Lavoro perché sono esempio di etica e guida per i nostri ragazzi, con un ruolo importante di collegamento tra il mondo produttivo e i più giovani”. Il console provinciale Emilio Marani ha voluto rimarcare: “Lo spirito di questa onorificenza è riconoscere chi, tramite il suo impegno e la sua fatica, ha dato un contributo per far crescere la società. Valori come etica, onestà, perizia e passione sono alla base del riconoscimento, speriamo di essere sempre all’altezza delle aspettative, come associazione, e di continuare la nostra attività nelle scuole, grazie al contributo delle aziende”.

I destinatari delle Stelle al Merito del Lavoro sono (Elenco nella pagina seguente)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.