Quantcast

Farnese Segreto, ultimo weekend per scoprire e visitare la mostra esperienziale

Domenica 5 dicembre, ultimo giorno di apertura della mostra esperienziale “Farnese Segreto” promossa dall’assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi: un evento ricco di fascino e di grande suggestione che ha richiamato un pubblico numerosissimo sia da altre città che dalla stessa Piacenza, grazie a cui tanti visitatori hanno potuto scoprire spazi inesplorati ed opere d’arte mai esposte, patrimonio dei Musei Civici.

“E’ così – spiega l’assessore – e pensare che questa iniziativa è stata progettata a fine agosto, di corsa tra le altre frequentatissime attività che hanno visto al centro i nostri Musei Civici, facendo aprire per la prima volta spazi e sale di rara bellezza da sempre preclusi al pubblico, ma anche allo stesso personale che lavora al Farnese da decenni. Non possiamo che essere molto soddisfatti, sia perché, senza un centesimo in più rispetto agli stanziamenti di bilancio classici, abbiamo inventato e dato vita a un’iniziativa che ha registrato numeri da record per i nostri Musei, sia perché l’Amministrazione Comunale ha dato la possibilità ai piacentini, e a moltissimi turisti, di vivere nuove suggestioni in questo sempre più centrale spazio della nostra città”.

Prosegue Papamarenghi: “Visto il grandissimo e sempre crescente riscontro di pubblico, che tra l’altro ha dimostrato di apprezzare particolarmente la mostra esperienziale rilanciando bellissime fotografie della visita e dei nostri tesori inediti sui diversi social network, si sarebbe voluto proseguire con l’apertura del percorso anche nei prossimi mesi. Parte dell’itinerario tocca però gli spazi dell’Archivio di Stato, che in questi mesi ha dato massima disponibilità ma non può continuare con l’apertura dei suoi locali in giorni ed orari extra rispetto a quelli d’ufficio, per cui saremo costretti a chiudere, come da previsione iniziale, dopo il 5 dicembre. Approfitto però per ringraziare particolarmente, oltre alle diverse persone che hanno contribuito a rendere possibile questa iniziativa, la dottoressa Anna Riva, direttore dell’Archivio di Stato, che con la disponibilità sua e dei suoi collaboratori ci ha consentito di attraversare, per un certo tratto, gli spazi suggestivi e poco noti della struttura, rendendo visitabile, di fatto per la prima volta da quando è diventato sede dei Musei, il Palazzo nella sua interezza”.

Aggiunge l’assessore: “Ancora per il prossimo fine settimana i visitatori, accompagnati da esperte guide, potranno ammirare l’architettura e l’arte del Palazzo, che rappresentano strumenti importantissimi per la crescita, anche economica, della nostra comunità. Abbiamo potuto riscontrare un ampio interesse dei tantissimi visitatori, a conferma del fatto che cresce sempre più l’affetto verso il nostro straordinario patrimonio culturale. Continuiamo e proseguiremo nell’intento di far conoscere le nostre meraviglie fuori dai confini del territorio, ma puntiamo anche particolare attenzione ai giovani, che vanno fatti riavvicinare ai nostri Musei”.

Anche per quest’ultimo week end sono dunque confermate le molteplici visite condotte in contemporanea, nonché i turni aggiuntivi secondo i seguenti orari: venerdì alle 10.30 e alle 16.30, sabato e domenica alle 10.15, 10.30, 12, 14.45, 16.15 e 16.30: per le visite, della durata di circa un’ora e mezza, è possibile acquistare il biglietto in loco ma vista la grandissima richiesta si suggerisce di acquistarlo preventivamente online sul sito dei Musei Civici di Palazzo Farnese o telefonando allo 0523-492658.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.