Quantcast

Giubileo della Cattedrale, anche i detenuti delle Novate coinvolti nel progetto

Più informazioni su

Giubileo della cattedrale, alla chiamata del vescovo Adriano Cevolotto ha risposto anche il carcere di Piacenza. La richiesta di essere comunità partecipe e protagonista è stata fatta propria da chi, invece, viene  relegato ai suoi margini. Il vescovo Adriano ha infatti detto di essere stato contattato dalla direttrice del carcere delle Novate, Maria Gabriella Lusi, intenzionata a far partecipare la comunità della casa circondariale alle iniziative in programma per i 900 anni della cattedrale.

Il progetto deve ancora essere definito da un punto di vista operativo, ma di certo il messaggio che traspare da questa anticipazione è indubbiamente potente. La nostra storia può offrire un presente fatto di inclusione. “L’idea – spiega Manuel Ferrari, a margine della conferenza stampa in Curia – è quella di coinvolgere alcuni detenuti, tre o quattro, a fine pena, in alcune attività: ad esempio in piccoli lavori di manutenzione o aiutando i nostri volontari a tenere aperti gli edifici di culto durante le celebrazioni. La direttrice Lusi ci ha parlato anche di persone con un alto profilo di scolarizzazione: in questo caso potrebbero dare una mano nella gestione dell’archivio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.