Quantcast

Gragnano, l’estate “calda” della Polizia Locale: controllati 320 veicoli, 49 sanzioni

320 veicoli controllati – l’80% dei quali mezzi pesanti – 78 ore impiegate in posti di controllo, 96 ore impiegate nel controllo del territorio, 18 ore nei “punti di ascolto” (una coppia di agenti, ubicata in aree centrali del paese, impegnata a raccogliere osservazioni dei cittadini), 10 incidenti rilevati, di cui uno con esito mortale, 5 con feriti, 4 senza feriti. Per un totale di 49 violazioni contestate (sono escluse le sanzioni dell’autovelox nella frazione di Vallarsa).

E’ il bilancio in cifre dell’intensa attività stradale svolta dal servizio associato di Polizia Locale dei Comuni Bassa Val Trebbia e Val Luretta – Calendasco, Gossolengo, Gragnano Trebbiense, Rivergaro e Rottofreno – relativa al periodo giugno-ottobre 2021. I dettagli dei controlli sono stati illustrati dal sindaco di Gragnano Trebbiense, Patrizia Calza, e dal comandante della Polizia Locale dei Comuni Bassa Val Trebbia e Val Luretta, Paolo Costa, nel corso di una conferenza stampa organizzata nella mattinata del 28 dicembre in Provincia. Un incontro voluto per comunicare ai cittadini quanto fatto dalla Polizia Locale in un periodo particolarmente “caldo” – non solo per le temperature – dell’anno. A Gragnano, infatti, i mesi estivi e di inizio autunno coincidono con il picco della stagione turistica e della produzione della filiera agroalimentare, la quale comporta anche un considerevole aumento della circolazione di mezzi agricoli e pesanti: particolarmente interessate dagli effetti dell’incremento del traffico sono le strade provinciali n.7 (che a Gragnano coincide con la centrale via Roma), n.11 e n.48.

Proprio per questo, ha evidenziato il comandante Costa, “al fine di assicurare il rispetto delle normative vigenti e di prevenire e ridurre situazioni di pericolo per i cittadini che vivono e lavorano nella zona, tra giugno e ottobre 2021 la Polizia Locale dei Comuni Bassa Val Trebbia e Val Luretta ha svolto nel Comune di Gragnano Trebbiense 460 ore di servizi di controllo, incentrati soprattutto sulle verifiche del rispetto della velocità, dei sistemi di equipaggiamento (sistemi di frenatura, di illuminazione e di sicurezza) dei mezzi agricoli e dei mezzi pesanti e del rispetto della tenuta del manto stradale: ad esempio per la perdita di carico, come nel caso di pomodori e di liquidi di risulta. Le sanzioni più frequenti – ha specificato – riguardano la mancata  revisione dei mezzi controllati, ma dispiace inoltre constatare come ancora persistano casi di omessa copertura assicurativa”. Il 2021 è stato in generale un anno particolarmente intenso. “Da quando si è formata l’Unione – ha spiegato Costa – la Polizia Locale non ha mai rilevato così tanti incidenti, siamo sopra i 100”.

“Ma oltre i dati numerici – ha aggiunto – va evidenziata la nostra presenza sul territorio. Quest’estate è stata costante sia al mattino che al pomeriggio, ovvero nelle ore in cui il traffico è più intenso. Tutto viene fatto in un’ottica di programmazione dei servizi a seconda dei 5 comuni del territorio, che hanno peculiarità e problematiche distinte tra loro, e facendo, come previsto dalla ultima legge regionale del 2018, una vera “polizia di comunità”, che significa avere il massimo della trasparenza e collaborazione coi cittadini”.

Soddisfazione per l’attività della Polizia Locale arriva anche dal sindaco Calza. “Il bilancio dei controlli è positivo – ha detto -, in quanto dai dati emerge l’attenzione che è stata riservata al traffico all’interno dei centri abitati del Comune di Gragnano e degli altri comuni della Bassa. Abbiamo fatto questo report spinti dalla volontà di comunicare con i cittadini in maniera trasparente, poiché questi vivono il periodo estivo sulle nostre strade con una sensazione di insicurezza. Vorrei ricordare – ha aggiunto – che il nostro Comune, tranne la frazione di Campremoldo Sopra, è attraversato solo da strade provinciali sulle quali non è possibile installare dossi e altri strumenti dissuasori della velocità, per questo i controlli sono fondamentali. Ringrazio quindi il comandante Paolo Costa per aver colto immediatamente le esigenze, manifestate dall’Amministrazione comunale, di una presenza ancora più forte della Polizia Locale nel periodo più complesso dal punto di vista della circolazione stradale. La costante presenza degli agenti della Polizia Locale – ha concluso – è stata particolarmente apprezzata dalla cittadinanza, sempre sensibile alle problematiche della sicurezza connessa alla circolazione veicolare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.