Quantcast

Sanità, Bonaccini al Governo “Servono più soldi per le Regioni”

Sanità, più soldi alle Regioni per affrontare la pandemia e un potenziamento del personale sanitario. Sono le richieste al Governo del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, intervenuto alla trasmissione televisiva “Omnibus” su La7.

“Si prevedono 600 milioni di euro aggiuntivi a fronte di una richiesta di 1,1 miliardi fatta da Fedriga a nome di tutte le Regioni – ha detto Bonaccini -, perché è evidente che nel momento in cui dobbiamo aumentare le vaccinazioni, contrastare la pandemia, aumentare i posti letto, provare a recuperare le liste d’attesa che si sono allungate, abbiamo bisogno di risorse. Altrimenti rischiano persino di pagarla quelli che hanno più sanità pubblica”. Quanto alla carenza di infermieri, precisa, “quando facciamo i concorsi non si riesce nemmeno a coprire il numero pieno di coloro che potrebbero ricoprire un ruolo di lavoro, io credo perché ormai é diventato uno dei lavori più usuranti che esistano e perché servirebbe un bonus aggiuntivo nelle indennità'”.

Per quanto riguarda “i medici di medicina generale – ha continuato Bonaccini -, tanti stanno per andare in pensione e il rischio è che non vengano coperti a sufficienza. Faccio una domanda: ha ancora senso l’accesso al numero chiuso a medicina?”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.