Quantcast

Smog alle stelle, polveri sottili 4 giorni di fila oltre il limite. E il meteo non aiuta

Più informazioni su

Aria pessima nell’ultima settimana a Piacenza. L’assenza di precipitazioni, unitamente alla fitta nebbia, ha determinato negli ultimi 4 giorni 4 sforamenti dei livelli massimi di concentrazione nell’aria di pm10  (la soglia stabilita per legge è di 50 microgrammi per metro cubo). La crescita dei valori dell’inquinante rilevati dalle centraline Arpae è stata progressiva: dai 53 microgrammi per metro cubo di lunedì 13 dicembre, si è passati ai 68 di martedì e ai 67 di mercoledì, fino al picco di giovedì (76).

Di conseguenza, per contenere l’inquinamento atmosferico, nelle giornate di giovedì e venerdì sono entrati in vigore i provvedimenti emergenziali su traffico e riscaldamento. Misure che, considerate le previsioni meteo del weekend, sono state prorogate fino a lunedì 20 dicembre.

Prosegue a Piacenza, così come in altre province dell’Emilia Romagna, l’emergenza per il superamento dei livelli di Pm10 a seguito del bollettino Arpae – spiega una nota dell’amministrazione comunale.

Da sabato 18 sino a lunedì 20 dicembre compreso, sono previste le misure aggiuntive di contrasto all’inquinamento: esteso ai diesel Euro 4 il divieto di circolazione che già riguarda, tra le 8.30 e le 18.30 dal lunedì al venerdì, i mezzi a benzina sino alla tipologia Euro 2 inclusa, benzina/gpl o benzina/metano pre Euro e Euro 1, diesel sino alla categoria Euro 3 compresa, ciclomotori e motocicli a due tempi pre Euro e Euro 1. Solo al termine dello stato di emergenza sanitaria dettato dalla pandemia, potrà essere applicato anche ai veicoli diesel Euro 5 lo stesso provvedimento emergenziale, per il momento limitato alle sole tipologie citate.

Ai divieti di circolazione si aggiungono, sempre da sabato 18 a lunedì 20, le misure riguardanti l’abbassamento delle temperature medie fino a un massimo di 19°C nelle abitazioni private e 17°C negli spazi commerciali e ricreativi, il divieto di combustione all’aperto e, in presenza di impianti alternativi, il divieto di utilizzo delle biomasse per riscaldamento domestico, in caso di classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore alle quattro stelle. E’ inoltre vietato lo spandimento di liquami zootecnici senza l’adozione di tecniche ecosostenibili. Il Piano regionale prevede, nella fase emergenziale, il potenziamento dei controlli in tutti gli ambiti soggetti a restrizioni.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.comune.piacenza.it .

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.