Quantcast

“Bene le risorse previste dal Decreto Ristori, ma non sono sufficienti: incassi in calo del 70%”

“Le risorse previste dal decreto del Governo sono certamente una cifra importante che riconosce le difficoltà delle imprese del commercio, del turismo e della ristorazione, le più colpite dai due anni di pandemia, ma sono insufficienti, e anche nella nostra provincia molte ora rischiano di chiudere i battenti per sempre”. E’ il commento del Presidente e del Direttore di Confesercenti Piacenza, Nicolò Maserati e Fabrizio Samuelli, dopo la pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale, del Decreto legge che prevede i ristori da destinare alle imprese del commercio, turismo e ristorazione

“Per un’effettiva ripresa sono necessarie la reintroduzione della Cassa Covid in modo da traghettare chi lavora fino al momento della ripresa, la moratoria dei debiti bancari e gli sgravi sugli affitti – afferma Maserati -. Siamo soddisfatti che il decreto abbia recepito la nostra richiesta sullo sgravio per le rimanenze di magazzino per il commercio di abbigliamento e calzature. Ma ribadiamo con forza che non è sufficiente per imprese ormai allo stremo, a cui neanche il periodo dei saldi è riuscito a portare una boccata d’ossigeno”. “Siamo delusi perché non ci si rende sufficientemente conto della difficoltà in cui ci troviamo e di come i sostegni decisi dal governo verranno resi vani dalla ripresa del pagamento dei mutui e da un costo delle bollette insostenibile – spiega Samuelli -. Abbiamo subìto un calo di quasi il 70% degli introiti nell’ultimo periodo, si può immaginare che i ristori previsti e le altre misure non bastino. A tutto ciò si aggiunge l’onere di essere i controllori del green pass per non rischiare sanzioni, scaricando di fatto su di noi la responsabilità individuale dei clienti. Poterlo farlo a campione, ci consentirebbe almeno di non dedicare una persona a fare da sentinella”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.