Quantcast

Carrello elevatore elettrico: ecco perché conviene

Più informazioni su

Acquistare un carrello elevatore è sicuramente un investimento importante per le aziende. È risaputo, infatti, che le performance di questo particolare strumento sono letteralmente cruciali per poter ottimizzare o comunque migliorare i risultati aziendali, sia in termini di qualità del lavoro, sia in termini di costi. Il carrello elevatore permette di svolgere in modo rapido e comodo le attività di stoccaggio e trasporto merci, costituendo un aiuto significativo per gli operai e per il rendimento dell’azienda in generale. Si pensi, ad esempio, alla gestione delle giacenze in magazzino, grazie ad un carrello elevatore queste attività sono molto più semplici e veloci.

Perché conviene acquistare un carrello elevatore elettrico

Accanto ai tradizionali carrelli elevatori, sono sempre più utilizzati per i loro numerosi vantaggi i carrelli elettrici, che differiscono dai tradizionali per il tipo di alimentazione. Questi carrelli, infatti, sono particolarmente potenti ma allo stesso silenziosi, quindi adatti all’impiego in luoghi chiusi. Ma vediamo nel dettaglio quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questo tipo di prodotto.

Vantaggi

  • Poca spesa per mantenerlo: il carrello elevatore elettrico viene acquistato direttamente con la batteria ed il caricabatterie, che in genere hanno una buona durata nel tempo, e non necessitano di essere sostituiti con frequenza. La spesa, poi, è solo quella della corrente elettrica per la ricarica. In genere, però, la corrente ha un costo inferiore dei combustibili come diesel, Gpl o benzina.
  • Migliore manovrabilità: le dimensioni ridotte di un carrello elevatore elettrico lo rendono più semplice da manovrare, anche negli spazi più stretti, grazie al raggio di sterzata ridotto. Questo, inoltre, riduce il margine di errore dell’operatore.
  • Silenziosità: il carrello elevatore elettrico è molto silenzioso, in quanto non dispone di un motore rumoroso. Ridurre l’inquinamento acustico è utile non solo per chi lavora con questo strumento, ma anche per chi svolge le sue mansioni nelle vicinanze.
  • Meno interventi di manutenzione: la manutenzione ordinaria dei carrelli elevatori elettrici è in genere minore rispetto a quella necessaria per altri tipi di carrelli. Questo, perché mancano componenti come olio motore, refrigerante e filtri.
  • Stabilità: il carrello elevatore alimentato a elettricità ha un baricentro più basso rispetto ad altre tipologie. Ciò gli permette di avere una stabilità ottimale, anche con capacità di carico più elevate.
  • Facilità di sostituzione della batteria: sostituire la batteria di un carrello elevatore elettrico è semplice e sicuro. Invece, rabboccare il carburante di un carrello elevatore alimentato a benzina, GPL o diesel potrebbe essere pericoloso se non si ha la giusta manualità nel farlo.

Svantaggi

I carrelli elevatori elettrici, però, hanno anche degli svantaggi. In primo luogo, è necessario attrezzare l’area di utilizzo anche di stazioni di ricarica adeguate, in modo da ricaricare ed utilizzare nuovamente il carrello elevatore secondo necessità. Inoltre, alcuni modelli di carrelli elevatori a batteria hanno una bassa autonomia; pertanto, non sono adatti allo svolgimento di lavori piuttosto lunghi. Tuttavia, questo limite può essere aggirato optando per carrelli elevatori alimentati a batteria a litio. Un ulteriore svantaggio riguarda l’utilizzo esterno: questi strumenti faticano sui terreni sdrucciolevoli, ed anche nel trasporto di merci particolarmente pesanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.