Quantcast

Concorso “La Vetrina più bella” a Gragnano Trebbiense, ecco i vincitori

La scelta è stata ardua ma la giuria di qualità, confrontando le foto delle vetrine e i voti del pubblico, qualche giorno fa ha decretato i vincitori de “La Vetrina più Bella”, il concorso di Natale aperto a tutte le attività di vicinato commerciali, artigianali e pubblici esercizi dotati di vetrina, ubicate sul territorio di Gragnano Trebbiense e frazioni. I negozi partecipanti dovevano vestire a festa la propria vetrina, secondo la loro libera interpretazione e fantasia. Il Concorso, nato all’interno del progetto “Scopri Rottofreno e…Gragnano Trebbiense” portato avanti dal Comune di Gragnano in collaborazione con Promo PA, la società lucchese che ha in gestione la comunicazione e la promozione del progetto stesso, aveva come obiettivo – nonostante il periodo particolarmente complesso per il commercio locale – quello di stimolare i negozianti dei due borghi coinvolti ad abbellire le proprie vetrine in modo da incentivare i cittadini a scegliere di compiere lì i propri acquisti.

“Siamo davvero contenti della partecipazione sia dei commercianti, che quest’anno hanno partecipato all’iniziativa più numerosi dello scorso anno, sia dell’elevato numero di votanti che dimostra come il significato dell’iniziativa sia stato colto con il giusto spirito dai nostri concittadini che così si sono lasciati coinvolgere con divertimento contribuendo a dar vita a un maggior senso di comunità, particolarmente apprezzabile nel periodo natalizio” commentano la Sindaca Patrizia Calza e il Vice Sindaco e Assessore al Commercio Marco Caviati.

La classifica è stata ottenuta unendo i voti della Giuria di Qualità (composta dalla vetrinista professionista Silvana Corradini, dall’Assessore del Comune di Gragnano Trebbiense Marco Caviati e dai direttori Riccardo Delfanti di Altrimedia, Fabrizio Samuelli di Confesercenti e Gianluca Barbieri di Confcommercio) a quella del pubblico, che ha totalizzato ben 202 voti in tutto in un arco temporale dal 10 al 26 dicembre 2021. Questa la classifica dei vincitori: al primo posto “La Piccola Sartoria di Betty”, negozio di sartoria gestito dalla signora Betty insieme alla vulcanica figlia Eleonora; al secondo posto “Di Fiore in Fiore” di Elena Galli, negozio di fiori e piante di Gragnano in ex aequo con “Erboristeria L’Erbavoglio” di Laura Quagliaroli; al terzo posto “Cartoleria Girasole” di Paola Aramini, negozio di cartoleria e giocattoli.

Hanno aderito al concorso 8 attività commerciali: oltre ai 4 vincitori i partecipanti sono stati il “Lavasecco Claudia”, il parrucchiere “Acconciature Minnone Giuseppe”, il negozio “Zapping Abbigliamento Stockhouse” e il locale “Pizzeria I Nuovi Sapori di Jill”. La giuria tecnica ha valutato 5 aspetti differenti tra loro : rispetto della tradizione, valore artistico, illuminazione, eleganza, creatività. La media di queste votazioni ha dato poi origine alla classifica. Marco Caviati ricorda come la giuria tecnica abbia evidenziato l’elevato livello di tutte le vetrine alcune delle quali si sono particolarmente caratterizzate dal punto di vista del rispetto della tradizione, come la vetrina del parrucchiere Giuseppe o della pizzeria I Nuovi Sapori di Gill. Ogni vetrina è stata particolarmente apprezzata sui singoli aspetti, tant’è che lo scarto tra i vari partecipanti era veramente esiguo.

L’impegno degli amministratori è ora quello di cercare di portare avanti il Concorso anche nei prossimi anni nonostante non si potrà più contare sulla collaborazione di PROMO PA e RARA Digital Boutique, avendo queste esaurito il compito assegnato attraverso il Bando Regionale a cui il Comune di Gragnano con quello di Rottofreno avevano avuto accesso. In particolare si rifletterà se sarà possibile trovare un sistema di voto non esclusivamente on line che ancora non è accessibile a tutta la cittadinanza e che quest’anno ha impedito di fatto ad alcuni di esprimere la propria preferenza di voto. “Ci teniamo a ringraziare di cuore in particolare tutti i commercianti che si sono sbizzarriti con fantasia nelle idee, nei colori, nelle luci dando vita a vetrine, una più bella dell’altra , che davvero invitavano a fermarsi ad osservare ed ammirare” concludono gli amministratori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.